Verdicchio un vino sempre più sostenibile

795

La sostenibilità nell’area di produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi e Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Docg è al centro dell’incontro con i produttori in programma domani alle 10.30 alla Cantina Sartarelli di Poggio San Marcello (via Coste del Molino, 24), organizzato dall’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt) in presenza dell’assessore all’Agricoltura e vicepresidente della Regione Marche, Mirco Carloni.

Considerato il miglior bianco fermo d’Italia secondo i punteggi delle principali guide enologiche del Paese, il Verdicchio dei Castelli di Jesi ha intrapreso negli ultimi anni una vera e propria svolta qualitativa. Nell’ultimo decennio la produzione è stata contingentata, la superficie media di ettari vitati per azienda è triplicata e oltre ¼ del vigneto è stato rinnovato. Inoltre, a maggio 2021, sono state approvate novità sostanziali al disciplinare del Verdicchio Castelli di Jesi Doc e Docg che comportano la modifica del nome e il divieto di imbottigliamento al di fuori della zona di produzione. Scelte queste, che valorizzano i punti di forza e la peculiarità del vitigno e che stanno pagando sul piano dell’affermazione della qualità del prodotto e che non possono prescindere da un impegno sul fronte della sostenibilità e del valore, sull’aspetto commerciale e di marketing, in Italia come all’estero.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here