Marina Dorica, una due giorni sulla sostenibilità ambientale con il progetto EcoMAP

416

Si è svolto negli ultimi giorni ad Ancona la riunione di coordinamento del partenariato del progetto EcoMAP, inserito nel programma Interreg Italia-Croazia e partito nel 2019, che ha visto coinvolti tutti i rappresentanti delle varie realtà che partecipano al progetto tra italiani e croati.

Una riunione finalmente in presenza, sviluppatasi tra il SeaPort Hotel, dove si sono svolti i lavori, e Marina Dorica, dove invece si è svolto il Site Visit, dopo un lungo periodo in cui il progetto era andato avanti, con non poche difficoltà, solo attraverso collegamenti da remoto a causa delle restrizioni legate alla pandemia.

Particolarmente interessante è stato nella due giorni di lavoro l’incontro/sopralluogo svoltosi a Marina Dorica dove l’Assessore all’Ambiente Michele Polenta ha portato il gruppo di partecipanti per toccare con mano la realtà importante della marina turistica anconetana. Sul posto, accompagnati dal Presidente di Marina Dorica, Gianmario Raggetti, affiancato dal Direttore Alessandro Domogrossi, si è potuto appurare quanto si sta facendo per rendere la struttura, già insignita di Bandiera Blu e certificata Iso 14000, sempre più efficiente per il rispetto dell’ambiente.

Sull’area di Ancona, il Comune sta lavorando nell’ambito del progetto EcoMAP per migliorare la sostenibilità ambientale della Marina, attraverso, da una parte l’equipaggiamento di impianti di smaltimento dei WC nautici e con l’istallazione di attrezzature per ridurre la presenza di plastiche in mare, e dall’altra con una opera di comunicazione, sensibilizzazione e formazione per naviganti, diportisti e fruitori delle spiagge che interesserà non solo la Marina ma anche altri luoghi turistici anconetani, a partire dal Passetto.

Descrizione sintetica progetto

Il progetto EcoMAP vuole aiutare autorità locali e le organizzazioni che gestiscono i porti più piccoli e le marine turistiche ad affrontare questioni ambientali.

La maggior parte dei porti dell’area del programma sono piccoli porti che combinano spesso attività di spedizione, pesca e tempo libero. Nonostante le loro piccole dimensioni, hanno importanti legami economici, sociali e ambientali con il tessuto socioeconomico ed insediativo circostante, con un grande impatto cumulativo. Affrontano sfide ambientali dalla politica dell’UE, alla legislazione e fino alle maggiori aspettative da parte dei propri utenti e residenti locali, con i limiti dovuti alla mancanza di una sufficiente conoscenza anche degli strumenti necessari per rispondere a queste sfide.

Lo scopo di “ECOMAP” è quello di aiutare i porti locali a progettare strategie ambientali migliori e ad avere accesso ad adeguati strumenti di gestione ambientale per rimanere competitivi, infine contribuire ad una maggiore sostenibilità delle aree del programma.

Il progetto: avvio 2019, chiusura 2022

Partenariato:

  1. MUNICIPALITY OF PODSTRANA – PODSTRANA (SPLIT) – CROAZIA (Lead partner)

  2. MARITIME SPORT SOCIETY “SPINUT” – SPLIT – CROATIA

  3. HEALTHY CITY – SPLIT – CROATIA

  4. SPORTS FISHING SOCIETY “STROZANAC” – PODSTRANA (SPLIT) – CROATIA

  5. INSTITUTE OF OCEANOGRAPHY AND FISHERIES – SPLIT – CROATIA

  6. MUNICIPALITY OF ANCONA – ITALY

  7. BIBIONE MARE S.P.A. – SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO – VENEZIA – ITALY

  8. NATIONAL INSTITUTE OF OCEANOGRAPHY AND EXPERIMENTAL GEOPHYSICS OGS – SGONICO- TRIESTE – ITALY

  9. UNIVERSITY OF FERRARA – FERRARA – ITALY

  10. CONSORTIUM FUTURE IN RESEARCH – FERRARA – ITALY

  11. PORDENONE TECHNOLOGY PARK “ANDREA GALVANI” – PORDENONE – ITALY

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here