Legacoop Emilia Ovest diventa Carbon Neutral grazie a Carbon Credits Consulting

685
default

Al via anche il progetto VI.VE per compensare 1.225 tonnellate di emissioni CO2 prodotte dalle imprese aderenti, tramite attività di riforestazione nel Mato Grosso del Sud, in Brasile.

Legacoop Emilia Ovest è una delle prime associazioni di categoria in Italia a diventare “Carbon Neutral” ed a lanciare un progetto per la compensazione delle emissioni di CO2 delle cooperative aderenti.

Ad annunciarlo è la CCC – Carbon Credits Consulting Srl, innovativa PMI bolognese che opera nello sviluppo di progetti forestali per il contrasto al cambiamento climatico, che ha curato l’operazione.

Primo step del progetto è stata la quantificazione dell’impronta carbonica (la Carbon Footprint) dell’Associazione, valutata in 431 tonnellate di emissioni di CO2 (principalmente derivanti dal suo parco mezzi e dai consumi energetici), equivalenti a quelle prodotte da 359 autovetture di media cilindrata che percorrono ogni anno 10.000 km.

Al fine di compensare tali emissioni, l’associazione ha acquisito crediti di carbonio certificati e riconosciuti dall’ONU per la riforestazione di un’area del Mato Grosso del Sud, in Brasile (Fazenda Nascente do Luar). La concessione dei crediti deriva da un grande progetto di piantumazione di quasi mezzo milione di alberi e il sostegno con azioni concrete sul territorio.

Sempre nell’ottica di promuovere una sensibilizzazione culturale tesa a porre l’ambiente al centro dei modelli di business delle proprie associate, Legacoop Emilia Ovest ha annunciato il “Progetto VI.VE, cooperazione per l’ambiente” destinato alle sue imprese associate e che ha visto finora l’adesione di 12 cooperative. Obiettivo del progetto, curato anch’esso in partnership con la Carbon Credits Consulting, la compensazione di 1.225 tonnellate di CO2 (equivalenti alla rimozione dalle strade di 1.021 autovetture di media cilindrata o di 64 voli a massima capacità, con 200 passeggeri, sulla rotta Milano-Londra), prodotte principalmente dai parchi auto delle imprese partecipanti al progetto, tramite carbon credits certificati.

L’emergenza ecologica e climatica è sempre più pressante e su questa oggi convergono le attenzioni e i programmi di tutti i Governi. Il nostro particolare approccio in progetti di riforestazione come quello realizzato per Legacoop Emilia Ovest”, evidenzia Andrea Cornacchia, fondatore e CEO di Carbon Credits Consulting, “prevede il coinvolgimento delle comunità locali e il ripristino e la tutela delle biodiversità presenti nelle aree oggetto di intervento. I progetti, omologati secondo il migliore Standard internazionale (VERRA di Washington DC), producono certificati di compensazione della CO2 che poi aziende e privati acquistano al fine di compensare, su base volontaria, le proprie emissioni. Un mercato ancora in fase embrionale nel nostro Paese, ma che sta rapidamente evolvendo”.

Secondo le stime della FAO, la deforestazione a livello planetario procede con una velocità di circa 13 milioni di ettari all’anno, ossia un’area 50 volte il Lussemburgo. La deforestazione e la degradazione delle foreste figurano tra le maggiori cause di perdita di biodiversità e di incremento delle emissioni di CO2. Circa il 15% delle emissioni di gas serra determinate da attività umane sono infatti causate dalla distruzione delle foreste che rappresentano veri e propri stock di carbonio (la CO2 viene immagazzinata dalla pianta sotto forma di legno). La deforestazione porta alla distruzione dello stock di carbonio: il legno viene bruciato o tagliato e lavorato con il ritorno della CO2 in atmosfera.

I progetti Afforestation, Reforestation and Revegetation (ARR), oltre ai benefici climatici, comportano consistenti vantaggi ambientali (proteggendo specie animali e vegetali) e sociali (coinvolgendo le comunità che vivono e dipendono da queste foreste).

 

 

 

* * *

Carbon Credits Consulting Srl (CCC),

La società, con sedi a Bologna e Manaus nell’Amazzonia brasiliana, è una PMI innovativa che opera nello sviluppo di progetti forestali per la cattura di CO2 e generazione di carbon credit certificati. L’azienda è composta da due dipartimenti: sviluppo progetti “nature based solutions” e consulenza alle imprese.

L’attività è verticalmente integrata in quanto copre tutta la filiera: dalla produzione dei carbon credits, alla loro valorizzazione e commercializzazione; la consulenza alle aziende riguardante l‘analisi ed il calcolo della carbon footprint, piani di carbon reduction roadmap, carbon neutrality ed infine la parte di green marketing e comunicazione.

I progetti di riforestazione realizzati da CCC in Mato Grosso del Sud (Brasile) sono di alta qualità in termini di ricadute positive sull’ecosistema ed hanno già sequestrato oltre 400.000 tonnellate di CO2. Inoltre, l’azienda sta lanciando nuovi progetti di conservazione di foreste naturali di tipo REDD+ (Reducing Emissions from Deforestation and forest Degradation) in Amazzonia ed in Argentina, ed altri sono in fase di analisi in Africa ed Asia.

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here