Co2 Reduction for Transportation Systems Conference: concluso con successo l’appuntamento biennale internazionale sull’evoluzione delle tecnologie automotive

238

Bilancio positivo per la quarta edizione del convegno organizzato da ANFIA e SAE TORINO, che ha visto la partecipazione di oltre 70 relatori da tutto il mondo, 17 sponsor, coinvolti anche in un programma di Talent Talk con gli studenti di ingegneria, e circa 350 partecipanti

Si è conclusa ieri la quarta edizione del convegno internazionale “CO2 Reduction for Transportation Systems”, organizzato da ANFIA e da SAE International Torino Section in una innovativa edizione ibrida: in presenza presso il Politenico di Torino e su piattaforma virtuale. Il convegno, patrocinato da SAE International e dal Centro CARS (Center for Automotive Research and Sustainable mobility) del Politecnico di Torino, è rivolto a tutti gli stakeholder della filiera automotive (produttori di veicoli, fornitori di componenti e sistemi), enti pubblici, manager, ingegneri e ricercatori e finalizzato a tracciare lo stato dell’arte delle tecnologie di riduzione della CO2 per i sistemi di trasporto sostenibile, nonché a discutere delle tendenze future, promuovendo il dialogo fra imprese, università e centri di ricerca di diversi Paesi anche attraverso opportunità di networking e di scambio di informazioni. Tra le principali tematiche trattate: una panoramica sull’attuale normativa di riferimento e sugli scenari futuri; Well To Wheel e analisi del ciclo di vita; i nuovi sviluppi dei sistemi powertrain; l’impiego di carburanti alternativi e le tecnologie di elettrificazione e ibridizzazione; le tecnologie di riduzione della domanda di energia dei veicoli, inclusi: aerodinamica, miglioramento della gestione dell’energia a bordo, gestione termica; resistenza al rotolamento e riduzione degli attriti; tecnologie di alleggerimento pesi; infrastrutture di ricarica e rifornimento. Il programma dell’evento, articolato su due giornate, ha visto la partecipazione di oltre 70 qualificati relatori provenienti da prestigiose associazioni, università, centri di ricerca e imprese sia italiani che stranieri, coinvolti in singoli interventi e tavole rotonde in sessioni parallele, che hanno animato un interessante confronto sui temi tecnici all’ordine del giorno. Complessivamente, i partecipanti sono stati circa 350, di cui circa 300 in presenza e 50 collegati online. Grazie all’alto profilo degli interventi e ai vantaggi del format ibrido, l’evento ha quindi offerto a tutte le aziende che vi hanno preso parte eccellenti opportunità di interazione con un panel di esperti e con un’ampia platea sia fisica che virtuale. Inoltre, nella mattinata odierna si sono svolte le visite tecniche presso il Polito Cars Lab del Politecnico di Torino, Italdesign e Punch Hydrocells.

“Le tematiche affrontate in questa due giorni sono particolarmente attuali e strategiche per la filiera da noi rappresentata – ha commentato Gianmarco Giorda, Direttore di ANFIA. L’industria automobilistica europea sta attraversando una delicata fase di transizione energetica, che, sulla spinta delle normative comunitarie per la riduzione delle emissioni di CO2 dei veicoli, richiede alle imprese importanti investimenti in riconversione produttiva, innovazione e ricerca e sviluppo. Con il pacchetto normativo ‘Fit for 55’ la Commissione europea ha proposto obiettivi più stringenti per la riduzione delle emissioni di CO2 delle auto e dei veicoli commerciali leggeri attraverso una revisione degli obiettivi fissati nel 2019. Dopo che il Parlamento europeo si è recentemente espresso a favore di questa revisione, si attende ora il voto del Consiglio europeo Ambiente, il prossimo 28 giugno, sperando che vengano adottati dei meccanismi di flessibilità rispetto al target del -100% di emissioni di CO2 per auto e LCV al 2035. Se questa proposta diventerà realtà e l’approccio tecnologico unico incentrato sui veicoli elettrici non cambierà, all’industria automobilistica saranno richiesti enormi sforzi in un contesto in cui mancano ancora importanti condizioni per raggiungere gli obiettivi previsti – un sistema infrastrutturale adeguato, ad esempio. Questo significa grandi rischi per la competitività futura del nostro settore e per la sua occupazione”. L’evento si è svolto con il sostegno di autorevoli sponsor: Bosch e Meccanotecnica Umbra in qualità di platinum sponsor; Altair, Converge CFD Software, Engys, FEV, Gamma Technologies, IFPEN School, Industrie Saleri Italo, Powertech Engineering, SKF e Thermo Analytics in qualità di golden sponsor; Aptiv, AVL, HP, Punch Hydrocells e Westport Fuel System in qualità di silver sponsor. Alcune di queste aziende hanno anche ripetuto la fortunata esperienza 2020 dei talent talk online con gli studenti di ingegneria di tutto il mondo, una grande opportunità per i giovani talenti di entrare in contatto con alcune delle più importanti aziende dell’automotive, che hanno presentato la loro vision e mission, i loro processi di assunzione e le opportunità di lavoro e di stage. La Regione Piemonte, la Camera di commercio di Torino e il CEIP Piemonte hanno partecipato come partner istituzionali, contribuendo al successo dell’evento. Infine, un ringraziamento a Stellantis e-Mobility Business Unit, partner tecnico, e a Italdesign, partner per le visite tecniche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here