Agrobiodiversità per garantire a tutti cibo nutriente e una dieta sana

349

Incontro annuale del progetto Increase organizzato dall’Università Politecnica delle Marche alla Mole Vanvitelliana di Ancona, in programma il 12 settembre alla presenza di Maurizio Martina (Vice Direttore Generale della FAO) e Marina Sereni (Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale). Il 14 settembre degustazione per la cittadinanza e dal 12 al 18 settembre i ristoratori della città di Ancona proporranno nei loro ristoranti pietanze a base di legumi

Lunedì 12 settembre, dalle 14:30 alle 18:30, l’Auditorium della Mole Vanvitelliana, ANCONA (Italia), ospiterà una conferenza pubblica su: “Agrobiodiversità per diete sane e sostenibili: Legumi alimentari, Scienza Partecipativa, Sicurezza Alimentare e Cooperazione internazionale”, che aprirà l’incontro annuale del progetto H2020 INCREASE—“Intelligent Collections of Food Legumes Genetic Resources for European Agrofood Systems” (www.pulsesincrease.eu) che si terrà dal 12 al 15 settembre 2022.

Il progetto INCREASE mira a promuovere l’agrobiodiversità, in particolare la conservazione e l’utilizzo dei legumi alimentari per lo sviluppo di sistemi agricoli sostenibili che portino alla produzione di prodotti alimentari innovativi, con lo scopo di facilitare la transizione alimentare verso diete a base vegetale che è fondamentale per realizzare sistemi agroalimentari sostenibili, promuovere la salute e contrastare la crisi climatica e ambientale. Per questo è necessario sviluppare sistemi alimentari che leghino la salute con la sostenibilità dell’agricoltura e valorizzando prodotti radicati nella tradizione agricola e alimentare dei paesi europei e mediterranei.

“L’Università Politecnica delle Marche continua il suo impegno per la diffusione della ricerca scientifica – afferma il Rettore Prof. Gian Luca Gregori – attraverso il progetto Increase dal forte carattere internazionale, con 28 partner di 14 Paesi diversi, che promuove un’agricoltura sostenibile con un approccio multidisciplinare e innovativo. In questo percorso sono coinvolti soggetti diversi, agricoltori, trasformatori, PMI, istituti di ricerca e ONG con l’obiettivo – conclude il Rettore – oggi ancora più importante, di promuovere la salute e contrastare il cambiamento climatico”.

Il Prof. Roberto Papa, docente ordinario di Genetica Agraria presso l’Università Politecnica delle Marche e coordinatore del Progetto INCREASE, ha dichiarato: “Nel contesto dell’attuale crisi climatica, la Conservazione e la Valorizzazione dell’Agrobiodiversità e delle Risorse Fitogenetiche ricopre un ruolo chiave per garantire a tutti cibo nutriente e una dieta sana. Per questo è cruciale poter valorizzare e utilizzare la grande diversità genetica conservata nelle banche genetiche. Dobbiamo espandere l’accesso alle risorse genetiche e la produzione e condivisione delle conoscenze, coinvolgendo non solo gli esperti del settore (ricercatori, allevatori e agricoltori), ma anche tutti i cittadini interessati. Ciò può essere ottenuto istituendo un sistema decentralizzato di conservazione delle risorse genetiche che si basi sulla ricerca partecipata e sull’utilizzo di sistemi informatici d’avanguardia come l’intelligenza artificiale (AI) e l’uso della blockchain. Con INCREASE abbiamo dimostrato con l’esperimento di scienza dei cittadini che questo è possibile. Abbiamo bisogno di una nuova strategia per la conservazione dell’agrobiodiversità e delle risorse genetiche in Europa e nel mondo. In questo contesto, riteniamo che l’UE e i suoi Stati membri debbano intensificare gli sforzi in questo ambito e rinnovare le strategie di conservazione dell’agrobiodiversità incorporando approcci decentralizzati che utilizzino la scienza partecipativa e tecnologie all’avanguardia, soprattutto le scienze omiche e le tecnologie informatiche come l’intelligenza artificiale.”

Allo stesso tempo, INCREASE si occupa di studiare metodi innovativi per facilitare la conservazione e l’uso sostenibile di tutte le risorse genetiche, concentrandosi su strategie innovative e abilitanti che possano facilitare l’accesso e l’uso delle risorse genetiche promuovendo al contempo la condivisione dei benefici che derivano dal loro utilizzo.

Il prof. Roberto Papa introducendo il convegno descriverà un approccio di conservazione innovativo e decentralizzato basato sulla scienza partecipativa e su tecnologie all’avanguardia. L’approccio di conservazione decentralizzato, che potrebbe integrare la rete delle banche del germoplasma è stato sviluppato e testato da INCREASE attraverso un esperimento di Citizen Science (Scienza dei Cittadini) e grazie allo sviluppo di un Consorzio di Stakeholder. Le banche del germoplasma hanno una funzione unica e insostituibile, il germoplasma che conservano è un tesoro enorme con enormi potenzialità per migliorare i sistemi agricoli ma è sottoutilizzato. Il sistema di conservazione decentralizzato che proponiamo avrebbe la capacità di migliorare in modo significativo la valorizzazione e l’utilizzo della diversità presente nelle banche del germoplasma. Infine, la conservazione decentralizzata potrebbe favorire l’integrazione e promuovere sinergie tra forme di conservazione statica (ex situ) e dinamica (in situ/on farm).

L’incontro di lunedì 12 settembre alla Mole Vanvitelliana si aprirà con il saluto del Sindaco di Ancona (Valeria Mancinelli), del Rettore dell’UNIVPM (Gian Luca Gregori) e di Kent Nnadozie (Segretario del Trattato Internazionale sulle Risorse Genetiche Vegetali per gli Alimenti e Agricoltura).
L’introduzione di Roberto Papa sarà seguita da diverse comunicazioni dei partner di INCREASE e da esperti di risorse genetiche come Paola De Santis (Bioversity International) e Lorenzo Maggioni (ECPGR). L’aspetto della politica e della strategia dell’UE e dell’Italia sarà illustrato da Gisela Quaglia, della Commissione Europea, DG Agricoltura e Sviluppo Rurale e da Marco Giungi dell’Unità MAECI per quanto riguarda le strategie e i processi di cooperazione nello sviluppo multilaterale globale.
Chiuderanno l’incontro Maurizio Martina (Vice Direttore Generale della FAO) e Marina Sereni (Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale).
Tutti i relatori interverranno in presenza tranne Kent Nnadozie, Maurizio Martina e Gisela Quaglia che si collegheranno online.

L’evento è gratuito e aperto a tutti senza che sia necessaria la registrazione per la partecipazione in presenza. Sarà disponibile un sistema di traduzione simultanea in inglese e italiano e la possibilità di seguire l’evento in streaming. Per accedere allo streaming verrà fornito a breve un link per la registrazione e l’accesso alla piattaforma online sui siti INCREASE.

Ulteriori appuntamenti:
Durante l’incontro annuale del progetto INCREASE, sarà organizzata una degustazione gratuita di prodotti a base di legumi, come pizza, birra e altro. Il 14 Settembre 2022 alle ore 18:10 alla Mole Vanvitelliana oltre allo staff del progetto saranno presenti diversi stakeholders, tra cui associazioni culturali, aziende agricole e di trasformazione e istituti di ricerca che collaborano con INCREASE. Tutti i cittadini curiosi sono invitati a partecipare. L’evento è inserito all’interno del progetto SHARPER (evento pre-Sharper).

“Oggi Legumi” inoltre, è un evento diffuso che si svolge nella settimana dal 12 al 18 Settembre in alcuni ristoranti di Ancona. Per l’occasione, i ristoratori anconetani proporranno nei loro ristoranti pietanze a base di legumi, contribuendo a uno degli obiettivi più importanti di INCREASE, e cioè promuovere il consumo di legumi coinvolgendo direttamente i cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here