Federmar chiede le verifiche su appalti di servizi generali sui traghetti, con l’utilizzo di personale privo di libretto di navigazione

490

Il sindacato dei marittimi Federmar C.I.S.A.L. ha chiesto al Comando Generale delle Capitanerie di Porto, la verifica dei controlli fatti a seguito dell’emanazione di una Circolare del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che autorizza fino al 30 settembre 2022 e
consente di “appaltare ad imprese nazionali o straniere che abbiano un raccomandatario o un rappresentante in Italia, con personale non marittimo – senza il libretto di navigazione – i servizi complementari di camera, servizi di cucina o servizi generali a bordo delle navi adibite a crociera “,quindi non hai traghetti per il trasporto passeggeri in cabotaggio.
Il sindacato Federmar C.I.S.A.L, con la stessa nota PEC ha informato anche Confitarma, Assarmatori , R.I.N.A., Bureau Veritas ,Ministero dei Trasporti, Ministero degli Esteri, Lloyd Register e altri Organismi interessati.
In particolare ha chiesto, ai sensi della Legge 241/1990 e s.m.i., di conoscere:
a – se il personale privo di libretto di navigazione abbia effettuato, e dove, la familiarizzazione secondo gli standard del codice STCW e se lo stesso abbia avuto adeguata conoscenza delle procedure del Manuale ISM;
b – il contenuto del Ruolo d’Appello, di ogni singola nave e tipologia che abbia usufruito di personale privo di libretto di navigazione secondo la regola III/37 SOLAS ed art. 203 del D.P.R. 435/91;
c – l’elenco numerico e qualitativo nei ruolini equipaggio delle navi dove il suddetto personale privo di libretto di navigazione è stato impiegato successivamente all’emanazione della Vostra Circolare;
d – quale Contratto Collettivo – e nella parte normativa ed in quella economica – sia stato applicato, a parità di qualifica, al personale privo di libretto di navigazione non potendo estendersi a tale categoria di lavoratori la convenzione di arruolamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here