Giovetti di Trenton lancia nuovo concetto filantropico: L’azienda deve restituire al territorio ciò che le è stato dato

256

Essere “vicini alle comunità di montagna”, attenti “ai paesi che ospitano l’azienda, capaci di iniziative e attività che sono veri e propri diamanti incastonati in un territorio che vive tutte le dinamiche contemporanee delle Terre Alte”. È questo spirito che muove la responsabilità sociale d’impresa di Trenton, l’azienda metalmeccanica modenese con sedi a Frassinoro (poco meno di 1.800 abitanti) e Fanano (quasi 3mila anime) che continua a restare produttiva negli ambienti in cui è nata, pur avendo ormai un mercato internazionale.

A guidarla, dal 2020 è Carlotta Giovetti, figlia del fondatore, attuale ceo e presidente. “Per quanto ci è possibile vogliamo sostenere progetti e iniziative che sembra persino impossibile possano esserci e crescere in comunità così piccole e che dimostrano la grande volontà e determinazione di persone che si dedicano affinché abbia ancora un senso abitare sull’Appenino modenese, anche per le giovani generazioni”.

Spesso le realtà che interloquiscono con Trenton riescono a trasformare anche piccoli interventi di supporto in progetti e azioni significative. È nata così la sponsorizzazione della squadra sportiva dilettantistica di Sleddog avviata a Frassinoro da Luca Fontana, la quale partecipa con costanza alle gare nel Nord Europa, dopo un allenamento pressoché continuo tra i paesaggi dell’Appennino. Qui, l’animatore della squadra ha anche avviato un curatissimo allevamento di husky. Trenton ha a cuore anche l’attività fisica dei ragazzi e, per questo, ha dato in uso il proprio parcheggio alla squadra di Skiroll che deve allenarsi, in attesa del prossimo completamento della pista di Biathlon ancora a Frassinoro. Per i ragazzi, in arrivo anche le divise. L’azienda, inoltre, sosterrà il progetto di settimana bianca ‘Sci-abile’ che si svolgerà in appennino tra febbraio – marzo 2023, un’esperienza sulla neve nelle stazioni sciistiche dei dintorni per un gruppo di ragazzi davvero speciale.

Di seconda mano, ma efficiente il pullmino comprato perché i ragazzi del Comune di Fanano potessero frequentare una palestra nel pomeriggio, dopo la scuola. Il mezzo è stato usato anche per organizzare al meglio gli spostamenti durante i centri vacanza estivi. Non da ultimo, Trenton ha contribuito alla realizzazione di una sfilata di moda, pensata dai giovani del Rotary Club, per una raccolta fondi a favore della Croce Rossa di Spilamberto. “Insieme a un’altra azienda del territorio, alla disponibilità di un’amica e proprietaria di un atelier a Spilamberto e all’impegno dei ragazzi del Conservatorio, di recente abbiamo realizzato una sfilata di moda che ha raccolto oltre 700 euro totalmente devoluti a questa preziosa presenza sul territorio”, sintetizza Giovetti.

In stretta connessione con il territorio, la sostenibilità e la capacità innovativa dei giovani anche il regalo natalizio che l’imprenditrice ha già pensato per tutte le donne dell’azienda, che ad oggi deve rimanere segreto per non rovinare la sorpresa.

Ultimo impegno dell’anno sarà il ritrovo del il 1° dicembre a Fanano per la ‘Trentonow’, una giornata di formazione attorno al tema: ‘Identità e valori’. Una forma di brainstorming aziendale che Giovetti ha intenzione di far diventare appuntamento annuale ricorrente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here