Regione Marche, 361 mila euro per le installazioni artistiche di light design

914
Chiara Biondi

Pubblicato l’avviso rivolto ai Comuni. Biondi: “Misura che ha diversi obiettivi: valorizzare spazi e luoghi e studiare soluzioni per il risparmio energetico attraverso installazioni a basso assorbimento”

Arte e cultura per lo sviluppo sostenibile: è il principio dell’avviso pubblicato dalla Regione e rivolto ai Comuni per valorizzare borghi e centri storici attraverso un cofinanziamento regionale destinato ad installazioni artistiche di light design.

Chiara Biondi

“Si tratta di una misura – spiega l’assessore alla Cultura Chiara Biondi – che ha diversi obiettivi, tra cui la valorizzazione di spazi e luoghi e lo studio di soluzioni per il risparmio energetico attraverso installazioni a basso assorbimento. Proprio la sostenibilità è uno dei temi su cui si pone l’accento così come accade per il bando destinato alla riqualificazione degli impianti sportivi pubblici. Luce e arte – prosegue l’assessore – diventano così il mezzo per condividere un’esperienza e recuperare spazi, valori e oggetti, rinnovando la vivibilità culturale dei nostri straordinari borghi e centri storici, soprattutto nelle aree collinari e interne. Dallo scorso anno – aggiunge l’assessore – si è inteso avviare un processo di riqualificazione delle realtà storiche urbane favorendo interventi capaci di sviluppare la creatività anche attraverso modalità tecnologicamente innovative come quella del ‘light design’. Si attua così una fattiva interazione tra ambiente urbano e creatività contemporanea. Un nuovo modello di sviluppo basato su processi collaborativi e di interazione sociale e culturale”.

I Comuni, sulla base dei requisiti posseduti, dovranno garantire lo sviluppo di una progettazione sperimentale, in cui l’arte contemporanea, declinata attraverso effetti di illuminotecnica – che siano sostenibili e in grado di utilizzare energie da fonti rinnovabili o un minor assorbimento – diventi veicolo di valorizzazione e di rilancio turistico del territorio.

I progetti dovranno essere innovativi e di qualità, in grado di trasformare le aree individuate in luoghi di scambio e apprendimento, accessibili e fruibili, per creare un rapporto sinergico tra ambiente e tessuto sociale, culturale ed economico. “Questi interventi – sottolinea Biondi – rappresentano anche una nuova e stimolante opportunità di lavoro e ricerca per artisti e professionisti della ‘luce’ che vogliano misurarsi con la rigenerazione e la valorizzazione del nostro patrimonio”.

Le risorse disponibili per l’annualità 2022 ammontano a 361.073,71 euro. La quota minima di cofinanziamento a carico dei Comuni non può essere inferiore al 20% della spesa totale.

La richiesta di contributo deve essere trasmessa al Settore Beni e Attività Culturali, via Gentile da Fabriano n. 9 – 60125 Ancona, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: regione.marche.funzionebac@emarche.it

Il link al bando: https://www.regione.marche.it/RicercaBandi/id_32790/6284

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here