Monteverro e Tinata, doppiamente wow!

199

Medaglia d’oro per i due rossi d’eccellenza della cantina gioiello di Capalbio

Conferme, che sono importanti affermazioni per questa quinta edizione del The Italian Wine Competition, concorso organizzato dalla rivista Civiltà del Bere. Una kermesse enologica tutta italiana, ma ispirata alle grandi competiton internazionali e dedicata ai produttori nazionali con l’obiettivo di ricercare e scoprire vini che spiccano per qualità, tipicità e stile.

Monteverro, cantina gioiello in quella maremma autentica del sud quasi al confine con il  Lazio, è tra i protagonisti di questa manifestazione fin  dalle sue prime edizioni e anche quest’anno ha ottenuto un importante riconoscimento per due delle sue etichette: la medaglia del metallo più prezioso ha incoronato il Monteverro 2018, un grand Cru Maremmano, dallo stile elegante e un po’ austero – come spesso accade ai tagli bordolesi  –  che sa raccontare anche la terra da cui prende vita, rivelando note di autenticità che sorprendono al naso e al palato.

Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot con l’inconfondibile carattere della costa toscana: ecco il Monteverro 2018, con uve che provengono esclusivamente dagli appezzamenti migliori delle colline che digradano dolcemente verso il mare, affina 24 mesi in barrique e due anni in bottiglia, raggiungendo un’intensità e una complessità davvero uniche, una freschezza e un’eleganza di rara nobiltà. L’incredibile varietà del suo bouquet dalle note fruttate e speziate si arricchisce di anno in anno, tanto da venir spesso premiato nelle competizioni nazionali e internazionali.

Medaglia d’oro anche per il Tinata 2018, un vino sensuale che affascina: 70% Syrah e 30% Grenache, un mix di vigore – il primo –   e freschezza – il secondo -, che qui si vestono dello spirito maremmano e regalano spiccate note aromatiche, ma molto equilibrate che rendono il Tinata un rosso morbido ed elegante, in cui è facile intercettare i tipici aromi di lavanda, rosmarino e timo. È un vino complesso e di grande profondità aromatica un’assoluta rarità nella produzione vinicola toscana. Tanto, appunto, da venire premiato.

“Siamo davvero orgogliosi di questi riconoscimenti”, afferma il team di Monteverro. “Si tratta certamente di un grande attestato di stima che premia la nostra passione verso il lavoro in vigna e in cantina. Questa continuità di risultati in questa competizione rafforza i nostri obiettivi e ci conferma che stiamo lavorando nella giusta direzione”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here