Cisal: manovra riunione tecnica in Presidenza del Consiglio

434

Manovra, Blasi (Cisal): date importanti risposte a criticità, ora confronto su lavoro, fisco e previdenza

 

“In linea generale condividiamo la manovra finanziaria perché, nei
limiti consentiti dagli attuali margini di bilancio, tocca tutti i
principali punti di criticità che affliggono il sistema sociale,
cercando, in primis, di adottare misure di immediato sollievo per le
famiglie e contrastare l’escalation dell’inflazione. Al tempo stesso
crediamo sia necessario avviare una stagione di riforme più incisive, di
carattere strutturale, in materia di Fisco, Previdenza, Welfare e
Mercato del Lavoro, Infrastrutture e Pubblica Amministrazione” e abbiamo
invitato il Governo ad attivare in tal senso un confronto nel prossimo
futuro”. Lo riferisce il segretario confederale della Cisal, Massimo
Blasi, a margine della riunione tecnica sulla manovra di bilancio presso
la presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Crediamo che per il lavoro dipendente – ha aggiunto – debba essere
rafforzata la politica di alleggerimento del carico fiscale complessivo
che grava sulle retribuzioni, attraverso misure che trovino la loro
definizione nell’ambito della contrattazione collettiva. Inoltre,
abbiamo chiesto di innalzare di ulteriori 2 punti il taglio del cuneo
fiscale per i due scaglioni di retribuzione già individuati. Sul sistema
pensionistico rimane la necessità di avviare un confronto finalizzato ad
una più ampia revisione del sistema, posto il fatto che l’applicazione
del sistema contributivo puro nei prossimi anni è destinati a creare
milioni di pensionati poveri, con trattamenti economici del tutto
inadeguati. Per il pubblico impiego abbiamo detto che è necessario
riallineare i rinnovi contrattuali alla loro effettiva scadenza, dal
momento che con alti tassi di inflazione non è più tollerabile la prassi
utilizzata nel passato”.

Fonte Cisal

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here