Evoseed premiata sua soluzione tecnologica per ciechi ed ipovedenti

581

Centralino Voip su cloud per facilitare il lavoro di ipovedenti e non vedenti

La soluzione ideata dalla start up triestina evoseed con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e l’Istituto Nazionale Valutazione Ausili e Tecnologie è stata premiata dalla Consulta regionale dei disabili della Regione Friuli Venezia Giulia

Trieste  – Evoseed, una start up nata un anno a fa a Trieste ha messo a punto un centralino dotato di intelligenza artificiale e comandi vocali per centralinisti ciechi o ipovedenti, sviluppato in collaborazione con l’Unione italiana Ciechi: SmartyPBX.

«Tutto è nato durante il periodo di lockdown – spiega Paolo Visintin, fondatore di evoseed -. Per i lavoratori ipovedenti, spesso addetti ai centralini delle aziende e della pubblica amministrazione, il cambio di ambiente di lavoro ha generato diverse complicazioni. In condizione di smarthworking, infatti, potevano ricevere le telefonate, ma non potevano inoltrarle».

Analizzata la problematicità, evoseed haattivato la procedura che la contraddistingue: analisi della situazione, sviluppo della soluzione, applicazione sperimentale per la verifica della sua perfetta funzionalità.

«Nel concreto – spiega Visintin –, si tratta di un centralino Voip in Cloud, dotato anche di comandi vocali che favoriscono la velocità dello smistamento delle chiamate in entrata. Per esempio, se sta chiamando una persona nota che ha un abituale interlocutore in azienda, con il comando a voce è possibile inoltrare immediatamente la chiamata senza intermediazione».

SmartyPBX ha ricevuto un riconoscimento anche dalla Consulta regionale delle associazioni delle persone con disabilità, nell’ambito del «Premio Solidarietà», quest’anno dedicato al lavoro e in particolare all’inserimento e alla valorizzazione delle persone con disabilità nel mondo del lavoro.

“Questa soluzione innovativa concentra semplicità d’uso ed efficacia del risultato. I centralinisti ciechi e ipovedenti potranno svolgere la propria attività quotidiana al centralino, lavorando direttamente da casa.

La tecnologia ci viene incontro e ci consentirà di proporre alle aziende e alle istituzioni pubbliche che occupano centralinisti telefonici ciechi e ipovedenti una soluzione pratica, sicura, affidabile, per offrire alternative di smart working anche a questa categoria di persone che L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ha l’onore e l’onere di tutelare” afferma Mario Barbuto, presidente nazionale UICI – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

“Ancora una volta un’importante sinergia tra la professionalità e l’esperienza di un’azienda specializzata e le idee e le necessità dei soci dell’unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, un concreto risultato raggiunto lavorando in team che agevola non solo i disabili visivi ma anche altre categorie di disabilità grazie all’implementazione di un’interfaccia vocale” afferma Marino Attini, consigliere INVAT – Istituto Nazionale Valutazione Ausili e Tecnologie. ‘L’impegno di evoseed nel trovare soluzioni tecnologiche per risolvere problematiche anche di tipo sociale è quantomai lodevole e connota la qualità e l’etica del lavoro che contraddistingue il team di Paolo Visintin’ ha affermato Francesco Contin del Ditedi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here