Ancona, IMU 2022, tutte le info per il ravvedimento operoso

631

Venerdì 16 dicembre 2022 è scaduto il termine per il pagamento del saldo IMU per l’anno 2022.

I contribuenti che non hanno eseguito il regolare versamento dell’IMU nei termini di legge possono SPONTANEAMENTE regolarizzare la propria posizione pagando l’imposta, gli interessi calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno (5% dal 01/01/2023) e la sanzione amministrativa nella misura ridotta.

Non è possibile avvalersi del ravvedimento nei casi in cui la violazione sia già stata constatata, ovvero siano iniziati accessi, ispezioni o altre attività di verifica delle quali il contribuente abbia avuto formale conoscenza (questionari o accertamenti già notificati).

Nel riquadro sottostante vengono evidenziate le 6 tipologie di ravvedimento in caso di omesso, parziale o tardivo pagamento IMU:

RAVVEDIMENTO OPEROSO PER OMESSO / PARZIALE O TARDIVO VERSAMENTO IMU
Tipi di ravvedimenti Modalità ravvedimento Sanzioni Interessi
RAVVEDIMENTO SPRINT Versamento entro 14 giorni dalla scadenza 0,1% per ogni giorno di ritardo calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)
RAVVEDIMENTO BREVE Versamento tra il 15° ed il 30° giorno dalla scadenza 1,50%(= 1/10 del 15%) calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)
RAVVEDIMENTO INTERMEDIO Versamento tra il 31° ed il 90° giorno dalla scadenza 1,67%(= 1/9 del 15%) calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)
RAVVEDIMENTO ORDINARIO Versamento oltre il 90° giorno dalla scadenza ed entro il termine per la presentazione della dichiarazione 3,75%(= 1/8 del 30%) calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)
RAVVEDIMENTO ULTRANNUALE Versamento entro il termine per la presentazione della dichiarazione successiva IMU ed entro 2 anni dal medesimo termine 4,28%(= 1/7 del 30%) calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)
RAVVEDIMENTO LUNGO Versamento oltre i 2 anni dal termine della presentazione della dichiarazione IMU e fino a 5 anni dal medesimo termine 5,00%(= 1/6 del 30%) calcolati a giorni, per i giorni di ritardo (solo sul tributo)

Come si evince dalla tabella sopra riportata, l’importo della sanzione dovuta a titolo di ravvedimento varia in funzione dei giorni trascorsi tra la scadenza prevista per il versamento dell’IMU e la data della regolarizzazione.

Quanto agli interessi, la formula da applicare per il loro calcolo è la seguente:

(imposta non versata x tasso legale x numero dei giorni di ritardo) / 36.500

Di seguito si riporta il prospetto di riepilogo dei tassi legali di interesse:

Data inizio Data fine Tasso legale di interesse (%) Riferimenti normativi
01/01/2015 31/12/2015 0,50% Dm Economia 11/12/2014
01/01/2016 31/12/2016 0,20% Dm Economia 11/12/2015
01/01/2017 31/12/2017 0,10% Dm Economia 07/12/2016
01/01/2018 31/12/2018 0,30% Dm Economia 13/12/2017
01/01/2019 31/12/2019 0,80% Dm Economia 12/12/2018
01/01/2020 31/12/2020 0,05% Dm Economia 12/12/2019
01/01/2021 31/12/2021 0,01% Dm Economia 11/12/2020
01/01/2022 31/12/2022 1,25% Dm Economia 13/12/2021
01/01/2023 5,00% Dm Economia 13/12/2022

Il versamento del ravvedimento operoso nei casi di omesso, tardivo o insufficiente versamento delle somme dovute deve avvenire tramite modello F24, barrando la casella relativa a “ravvedimento operoso” e indicando l’importo totale comprensivo dell’imposta dovuta, delle sanzioni e degli interessi.

Con lo stesso strumento messo a disposizione per il calcolo dell’IMU è possibile automaticamente calcolare le maggiorazioni dovute per i versamenti tardivi e/o insufficienti. Il contribuente potrà quindi stampare il modello F24 predisposto dal programma “ CALCOLO IMU ”, che effettua il calcolo in automatico, comprensivo delle maggiorazioni dovute a titolo di ravvedimento operoso, e pagarlo presso gli sportelli bancari/postali.

Per ulteriori informazioni, è possibile chiamare il numero verde 800.551.881.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here