Roberto Rubegni, Europa Verde, è il terzo candidato sindaco di Ancona

1268

Europa Verde alza il velo sulle sue scelte in vista delle prossime amministrative del 14 e 15 maggio: sarà Roberto Rubegni il candidato a sindaco del partito che stamattina al Mercato delle Erbe ha spiegato la decisione di correre da solo e i temi che fanno parte del programma verde anconetano. Insieme a Roberto Rubegni anche Lanfranco Giacchetti, Caterina Di Bitonto e Tania Andreatini. Rubegni, cinquantasettenne dottore commercialista, è stato anche amministratore delegato di AnconAmbiente.

l’istituzione dell’area marina protetta, un porto sostenibile e attenzione all’ambiente sono i tre temi centrali del suo programma elettorale.

“La crisi climatica è in pieno svolgimento e anche Ancona deve fare la sua parte. Il nostro programma è incentrato sull’ambiente – ha dichiarato Rubegni – a cominciare dalla cura del verde urbano con la riforestazione per una migliore salubrità dell’aria. Vogliamo realizzare l’area marina protetta in quanto non rappresenta un costo, ma un’occasione di sviluppo economico. Ad Ancona questo non è stato capito. Era nel programma elettorale della Mancinelli del 2013, poi le cose sono andate diversamente. L’amministrazione avrebbe dovuto fare più informazione e avrebbe potuto fare un referendum risolvendo così la questione. Altro punto fermo è la sostenibilità del scalo dorico. Il porto deve essere maggiormente integrato con la città e deve essere all’insegna della sostenibilità a partire dall’elettrificazione delle banchine. Quel luogo deve essere maggiormente tutelato e valorizzato. La città va valorizzata per la sua storia mentre i siti archeologici sono abbandonati. Da parte di questa amministrazione non c’è visione per lo sviluppo turistico della città”.

Attenzione sarà data anche alle frazioni con un progetto ad hoc per connetterle al resto della città, sia dal punto di vista delle vivibilità che dei trasporti. E ancora realizzare una rete di inclusione cittadina, sviluppare e approfondire rapporti con l’Università, istituire un assessorato del lavoro con tanto di osservatorio e coinvolgendo vari enti.

Il parcheggio multipiano al posto dell’ex Liceo Savoia

“Nell’apprendere della notizia della proposta sostenuta dai Candidati Sindaco Simonella e Silvetti di realizzare un parcheggio multipiano al posto dell’ex Liceo Savoia, ritengo sia opportuno portare all’attenzione del dibattito cittadino la questione, visto che abbiamo bisogno come abbiamo più volte tutti ribadito del confronto e dell’ascolto. Si ipotizza l’ennesimo parcheggio a pochi metri da quello di Piazza Pertini e da quello in realizzazione di Via San Martino, valutato senza prima aver previsto un nuovo progetto di viabilità del centro città che vada incontro ad una mobilità più sostenibile, come quello elaborato dall’Università Politecnica qualche tempo fa. Portiamo quindi altre auto in centro, invece di persone che lo vivono. Un migliore utilizzo della struttura potrebbe essere quello di dedicarla all’accorpamento degli uffici comunali, che ricordo già ora sono attrattivi di traffico dislocati come sono per la maggior parte nell’asse Passetto/ Porto, anche per motivi economici risparmiando da un lato i canoni di locazione degli immobili e dall’altro utilizzare uno stabile con una alta efficienza energetica. Così come altra proposta da considerare è riportarci la scuola e i giovani. Rigenerare luoghi vuol dire offrire spazi da vivere, riportando le persone ad abitare il centro di Ancona, non le auto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here