E-commerce in Italia, +20%: come creare un e-shop di successo

475

Nel corso del 2022, nonostante il generale calo del potere d’acquisto, l’e-commerce in Italia ha continuato a registrare una crescita significativa, raggiungendo i 48,1 miliardi di euro (+20% rispetto al 2021). Secondo i dati presentati dall’Osservatorio eCommerce B2C, infatti, se l’e-commerce di prodotto ha raggiunto i 33,2 miliardi di euro – registrando un aumento dell’8% rispetto all’anno precedente – gli acquisti online di servizi sono aumentati addirittura del 59%, raggiungendo quota 14,9 miliardi di euro.

Siti web ed e-commerce sempre più importanti

Con lo shopping online in continua crescita, appare sempre più chiara l’importanza di siti web ed e-shop. Avere un sito ben fatto permette infatti di raggiungere nuovi clienti grazie ai motori di ricerca e alla SEO, consentendo anche alle piccole imprese di ottenere visibilità globale e attirare potenziali clienti. Contribuisce alla reputazione del brand, inoltre, e offre uno spazio per raccogliere e mostrare le preziose recensioni dei clienti, aumentando la percezione di affidabilità dell’azienda. Il tutto, rimanendo sempre disponibili, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Naturalmente, per garantire un’esperienza di navigazione e di acquisto ottimale, un sito di e-commerce deve essere sicuro, intuitivo e veloce, in modo che gli utenti possano trovare ciò che cercano in modo rapido e senza complicazioni. Inoltre, deve essere mobile-friendly: considerando che ormai due vendite su tre avvengono via smartphone, appare evidente l’importanza di un sito responsive per garantire la miglior user experience possibile. Infine, foto e video devono essere ad alta risoluzione, e le recensioni degli utenti, le FAQ e le politiche di reso devono essere in evidenza, così come le impostazioni di sicurezza e le opzioni di pagamento.

Come creare un e-shop

Per creare un sito che rispetti questi requisiti, è necessario innanzitutto definire gli aspetti legali e gli obblighi fiscali, aprendo la Partita IVA, scegliendo la forma giuridica della società e iscrivendosi alla Camera di Commercio locale. Dopodiché bisognerà individuare il modello di business e scrivere un business plan. A questo punto si potrà scegliere la piattaforma e-commerce e l’hosting che ospiterà il sito, sviluppare il brand e infine fare marketing per trovare i clienti.

Per quanto riguarda la scelta della piattaforma e-commerce, esistono diverse opzioni disponibili, ma una delle soluzioni più popolari è WordPress, noto per la sua flessibilità e facilità d’uso: come riportato da https://www.punto-informatico.it/miglior-hosting-wordpress/, infatti, l’hosting WordPress offre una configurazione ottimizzata specificamente, garantendo prestazioni elevate e stabili.

I principali e-commerce di successo in Italia nel 2022

Nel 2022, in Italia il mondo dell’e-commerce è stato ancora una volta dominato da piattaforme generaliste e da aziende che operano nel settore dell’elettronica. Grazie alla sua ampia presenza sul mercato online e alla facilità di utilizzo della piattaforma, Amazon ha mantenuto la sua posizione di leadership, seguito dall’e-commerce cinese Alibaba e dalla sua controparte JD.

A livello di categorie, il settore tecnologico appare in testa, seguito dalla moda, dalla salute e dalla bellezza. Bene anche il settore dell’alimentazione e quello dell’arredamento, così come i media e gli hobby.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here