L’architettura che fa rete riceve il plauso del consiglio nazionale

267

Dopo lo stop imposto dalla pandemia Covid-19, è ripresa l’attività della Rete Nazionale delle Fondazioni degli Architetti PPC. Il coordinamento nazionale – sorto nell’ottobre del 2018 a L’Aquila nell’ambito del Festival della Partecipazione fondato dagli enti territoriali di Catania, Campobasso, Chieti-Pescara, Firenze, Milano e Torino – punta a valorizzare e qualificare la professione dell’architetto attraverso attività culturali e formative dedicate all’architettura, all’urbanistica, al paesaggio e alla tutela e valorizzazione dei beni culturali. 

L’idea di un coordinamento che mettesse in sinergia le singole realtà provinciali ha visto la Fondazione dellOrdine degli Architetti PPC di Catania tra i fondatori di un movimento che intende coinvolgere tutte le altre associazioni sorelle presenti nel Paese, proponendo, organizzando e diffondendo iniziative comuni nel territorio nazionale, puntando sul valore aggiunto dello scambio di idee e della collaborazione fra i professionisti delle diverse comunità. Eleonora Bonanno, presidente della Fondazione dell’Ordine degli Architetti PPC di Catania ha partecipato insieme a Melania Guarrera (referente del Gruppo di Lavoro Associazioni e Rete delle Fondazioni) all’evento svoltosi a Torino e organizzato dalla Regione Piemonte “Il progetto come stimolo economico Pnrr – Fesr – concorsi di architettura”.

 

Per l’occasione sono intervenuti diversi rappresentanti di Fondazioni degli Ordini degli Architetti d’Italia: «Al centro del dibattito dell’evento piemontese è stato messo il progetto e la sua ricaduta di natura economica sulle nostre città – ha dichiarato la presidente Eleonora Bonanno – abbiamo avuto l’opportunità, grazie alla presenza dei componenti provenienti da tutto il territorio nazionale, di poter fare un giro virtuale del Paese – da Torino a Milano, passando per Firenze, Campobasso, Napoli e Catania – verificando in maniera puntuale come gli stessi strumenti (Pnrr, Fesr e concorsi di architettura) vengano declinati nei vari territori. Abbiamo raccontato le attività svolte nel capoluogo etneo: la Rete ci permetterà di fare squadra e di sviluppare in futuro molteplici attività in sinergia con le altre Fondazioni. Abbiamo già ricevuto il plauso del presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC Francesco Miceli che si è complimentato per l’attività svolta. Vogliamo far diventare itinerante l’attività delle Fondazioni e coinvolgere di volta in volta i diversi territori della penisola». «Siamo molto contenti che la Fondazione etnea abbia svolto un ruolo centrale nella creazione e nell’espansione di questa Rete nazionale – ha affermato Sebastian Carlo Greco, presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Catania – Sul territorio italiano sono presenti 22 Fondazioni degli Ordini degli Architetti, impegnate nella promozione della qualità in architettura, credo che il coordinamento nazionale possa servire per rafforzare l’attività che viene svolta quotidianamente sui territori e nello stesso tempo possa essere utile per donare ancora maggiore forza alla nostra professione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here