Colpo doppio in casa in-Lire

362
Il CEO di in-Lire Romi Fuke

Colpo doppio in casa in-Lire: nel giro di pochi giorni infatti il circuito nazionale di credito compensativo ha portato a casa ben due accordi di rilievo che hanno fatto automaticamente balzare il numero delle aziende iscritte ad oltre duemila, con un incremento del 30% del numero degli iscritti entro l’estate.

Romi Fuke, Founder & CEO del Circuito, ha infatti prima concluso l’accordo con il circuito Marchex (la più importante realtà delle Marche nell’ambito del credito compensativo) per la cessione di 300 contratti commerciali.

A distanza di poco, poi, in-Lire ha quindi ufficializzato anche la sottoscrizione dell’accordo con un altro circuito di credito complementare e cioè iBarter, in virtù del quale quest’ultimo cede ad in-Lire 100 contratti commerciali e le relative posizioni di conto.

Con questa operazione, assieme all’accordo con Marchex, in-Lire SpA SB si è dunque garantita il superamento dei 2000 iscritti entro l’estate e l’apertura delle attività intercircuito con ben quattro circuiti esteri (Canada, Israele, Francia e Inghilterra) per scambiare eccellenze italiane come Turismo e Prodotti Agroalimentari.

Se si considera che il 2023 era già partito con uno sfavillante +47% di crescita di volume di transato sul 2022, in-Lire si conferma quindi come la più interessante realtà del settore in ambito nazionale con un trend di crescita costante che lascia prefigurare un 2024 da assoluti protagonisti.

Nel 2022 il transato aveva superato il volume di 18 milioni di euro nell’anno, mentre da inizio attività ovvero metà 2018 il totale è di 40 milioni in meno di cinque anni.

“Non a caso la mission di in-Lire, è generare ricchezza valorizzando il potenziale inespresso delle aziende, l’enorme risorsa di professionalità̀, cultura del lavoro e tradizione d’eccellenza che caratterizza l’Italia e che da oggi possiamo proporre anche all’estero”, ha commentato Fuke.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here