“Nuovi Sibillini”, Focus sui rifugi escursionistici

246

Il ruolo dei rifugi e le strategie di rilancio turistico dell’Appennino centrale. È questo il tema nodale, anche e soprattutto per il cratere sismico, al centro dell’incontro “Nuovi Sibillini”, che si terrà giovedì 29 giugno, alle ore 17, nella sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, a Visso.

Un momento di confronto molto atteso che stringerà la lente su tre strutture da sempre punto di riferimento per gli appassionati montagna e dei Sibillini in particolare, vale a dire i rifugi escursionistici di Colle Le Cese di Arquata del Tronto, Cupi (Visso) e Tribbio 2 (Fiastra), che dopo i danni prodotti dal terremoto saranno oggetto di un importante lavoro di riparazione. Interventi che vedranno il settore Ordinanze Speciali dell’Ufficio Speciale Ricostruzione nelle vesti di soggetto attuatore.

A fare il punto della situazione sul futuro di questi meravigliosi luoghi, che hanno pesantemente subito le conseguenze del terremoto ma che non hanno perso un minimo di fascino e su cui continua ad esserci un interessante flusso di visitatori in ogni periodo dell’anno, saranno Francesco Acquaroli (Presidente della Regione Marche e vicecommissario alla ricostruzione), Guido Castelli (Commissario alla Riparazione e Ricostruzione Sisma 2016) e Marco Trovarelli (direttore dell’USR Marche).

A fare gli onori di casa dell’evento sarà Andrea Spaterna, presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, mentre alla tavola rotonda siederanno anche Alessandro Gentilucci (sindaco di Pieve Torina e vicepresidente Parco Nazionale Monti Sibillini), Michele Franchi (sindaco di Arquata del Tronto e presidente della Comunità del Parco dei Sibillini) e Domenico Ciaffaroni (sindaco di Montefortino e componente Giunta Esecutiva Parco Nazionale dei Monti Sibillini).

L’incontro è aperto al pubblico e agli organi di stampa, che sono invitati a partecipare, e verrà trasmesso in streaming sulla pagina Facebook del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here