A Reggiolo nasce l’Officina belle arti. Storchi: ‘cultura e bellezza per la comunita”

718

E’ stata ufficialmente inaugurata a Reggiolo (Reggio Emilia) la Fondazione Officina Belle Arti, un nuovo luogo di promozione e studio dell’arte e della cultura  a disposizione della comunità reggiolese e di tutti i giovani con vocazione artistica

L’iniziativa, unica del genere nel territorio, è ospitata in una sede altrettanto unica: Villa Fassati, una costruzione del 1700, restaurata completamente dopo il terremoto del 2012.

Tutto è partito dalla iniziativa di quattro professionisti, riuniti nella Fondazione Officina Belle Arti, onlus del terzo settore con finalità civiche, di utilità sociale per elevare la cittadinanza attiva e la formazione artistica dei giovani.

Fabio Storchi, Presidente di Finregg e Presidente del Gruppo Emiliano Romagnolo dei Cavalieri del Lavoro, è uno dei soci fondatori. “Con l’inaugurazione – spiega Storchi – abbiamo restituito alla comunità di Reggiolo un luogo prestigioso per ospitare atelier, laboratori e promuovere la cultura artistica anche nella provincia reggiana.

I corsi saranno aperti a tutti, ma la Fondazione spera soprattutto di attirare giovani talenti da tutta Italia e anche dall’Europa. “Ci sarà la possibilità – aggiunge Fabio Storchi – di attivare progetti specifici con le università. Le possibilità di studio saranno ampie: pittura e scultura per iniziare, poi fotografia, musica, teatro ed altro sulla base dell’effettivo interesse del pubblico.

Il nostro obiettivo è anche di costituire un comitato scientifico di artisti che saranno coordinati e guidati dal Maestro d’Arte Mario Pavesi, il vero ideatore e promotore dell’iniziativa.

I soci fondatori dell’Officina Belle Arti, oltre a Storchi e al Maestro Pavesi, sono Gianfranco Marchesi, medico chirurgo specialista in Fisiatria e Neurologia e il commercialista Tazio Bortesi. Il Presidente Marchesi sarà il garante della “Bellezza” nelle diverse forme artistiche che andremo a realizzare e della funzione terapeutica del bello.

Alla cerimonia di inaugurazione, che ha visto la presenza di numerosi cittadini di Reggiolo e dei paesi limitrofi, hanno partecipato i soci fondatori, l’arcivescovo Mons. Giacomo Morandi, l’assessore regionale Alessio Mammi, il sindaco e il vice sindaco di Reggiolo Roberto Angeli e Franco Albinelli, il parroco Don Francesco Avanzi e altre autorità del territorio.

“Le attività che animeranno la splendida Villa Fassati, situata all’ingresso del Paese, saranno caratterizzate da spirito di gratuità e di libera partecipazione. La Fondazione sarà sostenuta dal volontariato e dalla generosità dei cittadini di Reggiolo – spiega Storchi -. Abbiamo già avvicinato, nei mesi scorsi, diversi imprenditori che hanno apprezzato la bellezza del luogo, le finalità dell’iniziativa e assicurato il loro sostegno per il finanziamento dell’opera.

“La bellezza salverà il mondo” sostiene Fiodor Dostoevskij, l’arte e la cultura saranno decisive per il successo delle organizzazioni e delle imprese nell’economia globale dei giorni nostri. La Fondazione Officina Belle Arti rappresenta un potente strumento di marketing territoriale per fare di Reggiolo un punto di attrazione sempre più credibile nella “bassa” della Provincia, ai confini con Mantova e Modena.

Fonte: Ti Lancio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here