Mitsubishi-Ansaldo, sindacati: Attendiamo ufficialità su Wartsila.

379

Cisl: è  partita proposta a multinazionale finlandese

“Sappiamo che è stata inviata la lettera con la proposta a Wartsila da parte di Mitsubishi-Ansaldo Energia. E’ un’ipotesi su cui si sta lavorando da molto tempo, e ora è emersa. Attendiamo ora che Wartsila giochi pulito, giochi pulito senza cambiare nuovamente la carte in tavola come ha fatto con Christof, e si arrivi presto all’ufficializzazione al tavolo con il ministero”. Lo fa sapere alla Dire il segretario di Fim-Cisl di Trieste, Alessandro Gavagnin, confermando le anticipazioni del quotidiano ‘Piccolo’ di oggi sull’interesse della cordata privata-pubblica, essendo Ansaldo Energia una controllata di Cassa Depositi e prestiti. Secondo Gavangin, questa ipotesi di reindustrializzazione del sito Wartsila di Bagnoli della Rosandra (Trieste) è “una buona notizia che finalmente sblocca una vertenza ferma da mesi”. Si tratta chiaramente, osserva il sindacalista, del contributo annunciato dal governo, mentre della cordata invece non vi farebbe parte la start-up H2Energy, unica proposta ufficiale raccolta dalla multinazionale finlandese per Trieste e presentata al tavolo al ministero delle Imprese e del Made in Italy, dalla quale però si era sfilata proprio la Mitsubishi.

Esprime molta cautela sulla proposta il segretario Fiom-Cgil di Trieste, Marco Relli, che sostiene che “si sono viste sfumare molte proposte circolate e anticipate sulla stampa. Attendiamo quindi che la proposta venga ufficialmente presentata al prossimo tavolo ministeriale. Per ora non abbiamo ricevuto convocazioni, e non penso che in agosto ne riceveremo”.

Il segretario Uilm-Uil di Trieste e Gorizia, Antonio Rodà, è invece più ottimista, anche per quanto riguarda l’eventuale partecipazione di H2Energy, sebbene una start-up piccola, che metterebbe d’accordo tutte le parti, lavoratori, governo e Wartsila. “Sapevamo che la proposta si sarebbe dovuta concretizzare entro la metà di luglio. E’ arrivata adesso, ed è un segnale positivo. Penso che il primo tavolo utile al ministero forse potrà essere fatto a inizio agosto, sennò a fine agosto, vedremo”, conclude il sindacalista.

Fonte: Dire

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here