Festa del Mare: il mondo della pesca e l’economia del mare al centro della manifestazione, con due talk show nel cuore della città

352

Prima di giungere al clou della serata con il concerto dei Tiromancino, con una straordinaria partecipazione di pubblico, l’apertura ufficiale della Nuova Festa del Mare 2023, alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose della città, ha regalato ad Ancona un momento dedicato al mondo della pesca, dei prodotti ittici e della cucina tipica di pesce: non solo un omaggio, ma la restituzione concreta di un ruolo di estrema centralità del mare, della sua cultura e della sua economia all’interno della città.

“Questo nuovo format della Festa del Mare che si svolge in due giornate – ha sottolineato il sindaco Daniele Silvetti – parte da un contenuto: l’identità del nostro territorio che si riconosce nelle maestranze e nella cultura del mare che appartiene alla nostra città”.

“La pesca non sta vivendo un momento semplice e le cause sono tante” ha detto l’assessore alle Attività economiche, ai mercati e ai grandi Eventi Angelo Eliantonio sotto la cui regia si è organizzata e si svolge in questi giorni la Festa. “Quindi la nostra decisione è quella di tornare a mettere al centro la pesca. Abbiamo fatto una scelta precisa per sostenere questo settore. I pescatori sono i primi ambientalisti (tema più volte ripreso nel corso della tavola rotonda n.d.r.), perché hanno tutto l’interesse a tutelare il patrimonio dei nostri mari, perché si autosostentano, ci sono intere famiglie che lavorano a bordo e questo ha un impatto profondo sull’economia della città. Come assessore con delega a questo settore non mi posso esimere dal supporto a questo comparto che per noi è centrale. Ringraziamo anche la Regione per l’immediata dimostrazione di sostegno. Abbiamo, tra l’altro, ottenuto i finanziamenti di un bando Feamp, anche in virtù dell’ottima progettazione dei nostri tecnici comunali e questo è stato un supporto concreto e sostanzioso per portare avanti questa iniziativa”. Sindaco e assessore hanno ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, ricordando anche che, grazie all’autorizzazione ministeriale, tre motopescherecci hanno potuto derogare al fermo pesca e quindi fornire, per le due giornate di Festa, pescato fresco da distribuire nei momenti e nei luoghi dedicati alla gastronomia. 

Il talk iniziale è stato caratterizzato anche da uno show cooking curato e presentato dall’Associazione cuochi Marche, che ha presentato la cucina del mosciolo di Portonovo, delle alici e della mormora, arricchite da prodotti e condimenti del territorio.

Il talk ha dunque aperto ufficialmente l’evento alle 18 alla Pineta Passetto, affrontando il tema “La risorsa ittica sostenibile: presente, futuro e prospettive per la Pesca ad Ancona”. Sono intervenuti, insieme con l’assessore Angelo Eliantonio, Andrea Putzu presidente della Seconda Commissione Regione Marche e membro del Comitato europeo delle Regioni, Giorgia Gioacchini professoressa di Biologia della riproduzione dei vertebrati marini UNIVPM, Elio Brutti, responsabile Agci Pesca e presidente Appp, Federico Bigoni, responsabile regionale Federpesca Marche, Gianni Ciarrocchi, Associazione Produttori pesca Ancona. Numerosi i temi affrontati, alcuni dei quali saranno ripresi anche nel corso dell’incontro di oggi, domenica 3 settembre, alle ore 16,30 in piazza Roma: la difesa della pesca italiana nella sede normativa UE, le iniziative condotte e quelle da mettere in campo per difendere la pesca locale, i fondi Feamp e quelli della nuova programmazione europea, l’ittiturismo come risorsa, il ruolo basilare della piccola pesca, la storica tradizione di qualità, di resilienza e di sostenibilità della marineria di Ancona, che ha sempre creduto nel fermo pesca e ha anche volontariamente ridotto lo sforzo di pesca per consentire alla risorsa di rigenerarsi, la necessità sempre più stringente di affiancare la sostenibilità economica a quella ambientale, l’importanza del coinvolgimento dei pescatori e delle loro organizzazioni, segno concreto che la pesca è stata inserita all’interno delle politiche cittadine. 

L’appuntamento con i talk, con un secondo momento dedicato all’economia del mare, prosegue oggi pomeriggio, domenica 3 settembre alle 16,30 in piazza Roma, con il sottosegretario al MEF on. Lucia Albano, il sindaco Silvetti, il presidente della Regione Acquaroli e i presidenti dell’Autorità di sistema portuale Vincenzo Garofalo e della Camera di commercio Gino Sabatini.

Tutto il programma della Festa, con i fuochi di artificio, lo street food, la mostra mercato, i talk istituzionali, i cooking show, le degustazioni, i menù a tema, i dj set, può essere consultato a questo link https://shorturl.at/hpy15

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here