Donne, violenza e antimafia: a colloquio con Piera Aiello

190

Per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite che si celebra il 25 novembre, l’ospite d’eccezione sarà Piera Aiello, vittima della violenza mafiosa divenuta in seguito deputata, nonché prima parlamentare nella storia della Repubblica Italiana con lo status di Testimone di Giustizia. Tra i suoi incarichi, Piera Aiello è stata anche componente della commissione Giustizia e della Commissione parlamentare antimafia e nel 2019 è stata inserita dalla BBC nella lista delle 100 donne più influenti al mondo.

“La legalità inizia dalla prevenzione – spiega l’avvocato Roberto Catani – la violenza fisica è solo una componente della minaccia mafiosa a cui si aggiungono l’emarginazione sociale, le violenze psicologiche e la pressione morale che si possono esercitare nei confronti dei cittadini che vogliono vivere secondo un profilo di legalità. Per questo abbiamo organizzato l’incontro con Piera Aiello, donna vittima in prima persona della violenza mafiosa. La sua storia rappresenta il riscatto di questa nostra Italia, essendo stata la prima donna testimone di giustizia. A lei va tutto il nostro riconoscimento e la mia stima personale”.

A introdurre il tema dell’evento sarà il Sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni insieme a Ursula Signorino, presidente della Consulta Donne Pari Opportunità. Organizzatore e moderatore dell’evento è l’Avv. Roberto Catani, presidente dell’Associazione Legalità Organizzata, realtà che si è contraddistinta su tutto il territorio nazionale per aver realizzato importanti incontri e spunti di riflessione finalizzati alla promozione della Legalità quale valore indispensabile per la crescita sociale, culturale ed economica del nostro Paese oltre che nel sostegno agli imprenditori taglieggiati dalla criminalità organizzata.

Legalità Organizzata.

 

La mission dell’Associazione è quello di condividere il valore della Legalità partendo dalle Scuole, comunicando ai più giovani l’importanza del rispetto per il prossimo e del rispetto delle leggi. Nel triennio pre-covid, Legalità Organizzata ha incontrato oltre 20.000 ragazzi, tra i 16 ed i 18 anni, in 8 regioni, organizzando seminari e convegni in partenariato con Istituti scolastici superiori.

Socio fondatore benemerito dell’Associazione è Pino Masciari, imprenditore edile calabrese, sottoposto insieme alla sua famiglia fin dal 18 ottobre 1997 al programma speciale di protezione. Dal 2010, fuoriuscito dal programma di protezione, vive a tutt’oggi sotto scorta.

Roberto Catani, Avvocato e Presidente della Associazione, è da sempre impegnato nella formazione dei giovani in percorsi di Legalità all’interno delle scuole. Ha affiancato ed assiste imprenditori taglieggiati dalla criminalità organizzata al fine di ottenere quelle tutele che lo Stato garantisce ai testimoni di giustizia, anche attraverso percorsi di uscita progressiva dalla crisi di impresa, causata dalle attività estorsive e criminali.

Socio e Vice Presidente dell’Associazione è Mauro Esposito, architetto e imprenditore, taglieggiato dalla ndrangheta piemontese, il quale ha svolto un ruolo determinante quale Testimone di Giustizia nel processo denominato San Michele presso il Tribunale di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here