In esposizione a Gustus le casse rendiresto di ultima generazione

911
“Siamo riusciti a mettere effettivamente in pratica quello che è uno degli slogan più importanti di questa famiglia di prodotti: PagAmico risolve problemi e non ne crea altri. Abbiamo cercato di mettere proprio in pratica questo slogan pensando a una macchina estremamente semplice da utilizzare, estremamente facile da gestire anche nel post vendita e che consente all’utente di non occuparsi più del denaro”. Lo ha spiegato William Iori, titolare di Payprint, che alla fiera Gustus di Napoli, dedicata al food e alla tecnologia, ha anticipato le novità relative alle casse rendiresto di ultima generazione. Esposta la linea completa delle macchine PagAmico, incluso l’ultimo nato, il modello 3S, pensato non solo per il settore del food, ma anche per le attività che hanno un numero medio di transazioni.
“Parliamo di una famiglia di casse automatiche rendiresto – ha detto Iori – espressamente realizzate per gli esercizi commerciali, il singolo negozio, la Gdo, o altre catene con vari punti vendita. Queste casse hanno il dovere di risolvere il problema della gestione del denaro nell’esercizio commerciale, un problema che viene definitivamente risolto: non ci sono più discrepanze di cassa, la chiusura serale è semplicissima e poi c’è la sicurezza, che è molto importante. Sia di giorno che di notte ci sono tutta una serie di accorgimenti hardware e software che fanno sì che il denaro sia effettivamente al sicuro, controllato, e si possono creare delle storie relative a tutto quello che accade nella macchina”.
Caratteristica dell’ultimo modello PagAmico è la velocità nell’incassare i soldi e dare il resto anche in caso di un pagamento complesso: “ci attestiamo su un’operazione che dura 3-5 secondi, un tempo estremamente breve – ha sottolineato il titolare di Payprint – e che consente a un esercizio commerciale di non avere mai la fila alla cassa, anche nei momenti di punta”. Presente un Pos per il pagamento con carte di credito, sia contactless che a inserimento con la digitazione del pin, oppure tramite app su smartphone. Un accorgimento che permette anche di “posizionare la macchina in quegli esercizi commerciali con un valore medio della vendita molto più alto rispetto al settore food”.
PagAmico è un prodotto dell’azienda Payprint, la cui principale attività è legata al business b2b “ma negli ultimi anni – ha evidenziato Iori – abbiamo anche pensato di dedicarci al mercato del retail, che è molto in crescita. In questo contesto abbiamo pensato di costruire macchine che potessero accogliere le nuove esigenze del mercato e, per ora, è una scelta premiante perché l’anno scorso la società ha aumentato il fatturato del 60%”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here