Il Made in Marche del gusto colleziona trionfi

304
Ennesimo riconoscimento per il Salumificio Monterotti. L’azienda di Sarnano si é aggiudicata il premio ”Pepe e Sale”, consegnato nel weekend ad Asciano, in Provincia di Siena,  presso il Museo Palazzo Corboli.
Qualità il tuo nome è donna. Così reciterebbe un  ipotetico Amleto contemporaneo se si trovasse di fronte a Genny e Katia Monterotti, sorelle titolari dell’omonima company del sapore  che sta inanellando alcuni dei più prestigiosi ed ambiti allori nazionali nel settore alimentare. L’azienda di Sarnano, si è aggiudicata il primo posto per la realizzazione del miglior salume di fegato nell’ambito di una delle più importanti istituzioni per la valorizzazione e sensibilizzazione di allevamento, metodi di trasformazione delle carni, qualità e aspetto nutrizionale del prodotto finito.  Si tratta del Premio “Pepe e Sale”,  nato per la promozione dei salumi tipici derivati dalle carni delle razze autoctone. il concorso sostenuto dal Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste intende inoltre valorizzare i relativi utilizzi successivi alla lavorazione, anche nell’ottica della “filiera corta” e della tracciabilità del prodotto tradizionale. Dopo aver vinto il “Premio Dino Villani” per la tipicità locale e aver ritirato l’ambita “palma” al miglior salame spalmabile IGP, le sorelle Monterotti tornano  in cima alle classifiche della buona cucina. La cerimonia di premiazione si è tenuta ad Asciano (Siena) presso i locali del Museo Palazzo Corboli. Un successo  che premia  e rinnova la mission dell’azienda marchigiana: conservare  il “gusto dei Sibillini”. Un atto d’amore per la propria terra possibile  anche grazie ad un caratteristico  modello di difesa del sapore  comprendente la stagionatura naturale artigianale capace di  conquistare un gusto antico ed eterno non raggiungibile da nessuna tecnologia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here