Ancona, trappolamento dei cinghiali, il sistema funziona

288
Feral pigs, sow and piglets rooting for food

Prosegue il lavoro di trappolamento dei cinghiali dal territorio urbano di Ancona avviato il mese scorso. A conferma della validità del sistema posto in essere dal Comune con la sinergia dell’Unione Regionale Cacciatori dell’ Appennino e di altri soggetti, ciascuno con la propria competenza, nelle ultime ore è stato possibile trattare altri tre esemplari.

Il sistema funziona, è evidente -ha commentato il vice sindaco e assessore alla sicurezza urbana, Giovanni Zinni. Continueremo a bonificare il territorio, area per area, debellando il fenomeno della fauna selvatica affinché non ci siano più rischi per la pubblica incolumità”. L’attivazione del trattamento dei cinghiali, si ricorda, è stato preceduto da un periodo di sperimentazione impostata attraverso un lavoro di equipe, che vede coinvolti Comune di Ancona – Direzione Ambiente, Regione Marche, Dipartimento di Prevenzione U.O.C. Igiene Alimenti Origine Animale AST Ancona, Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, Commissario Nazionale per la Peste Suina, Comando Regionale Carabinieri Forestale, Comando Polizia Provinciale di Ancona e Comando Polizia Locale di Ancona. Il fenomeno della circolazione in area urbana degli ungulati ha raggiunto una soglia molto elevata, causando danni ai veicoli e alle persone stesse, nonché ai terreni agricoli e alle aree verdi, rendendo improrogabile una azione di contenimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here