Il Museo Nicolis a Motor Bike Expo 2024 con la Scott 3 3/4 HP: la moto d’avanguardia del 1914

248

Anche quest’anno il Museo Nicolis torna a Motor Bike Expo Verona, punto di ritrovo per tutti gli appassionati delle due ruote. In occasione dei 30 anni di attività fieristica dei suoi ideatori (Paola Somma e Francesco Agnoletto) MBE 2024 si preannuncia un’edizione particolarmente ricca di contenuti e novità, per questo il Museo Nicolis ha scelto di presentare un modello davvero prezioso e innovativo nel suo genere.

Dal 19 al 21 gennaio, il Museo Nicolis parteciperà alla kermesse in grande stile, esponendo un gioiello rarissimo della sua collezione: la Scott 3 3/4 HP, una moto inedita che si contraddistingue per innovazione e design. Presenta infatti diverse raffinatezze tecniche tra cui il raffreddamento ad acqua, come si evince dal grande radiatore che la caratterizza. Viene attribuito ad Alfred Scott, pioniere inglese, il primato per aver reso popolare il motore a 2 tempi raffreddato ad acqua.

Realizzata prima della “Grande Guerra” questa Scott è una 486cc che si fa notare per alcune particolarità che esaltano la sua unicità: l’accensione avviene tramite pedalina spingendo in avanti invece che indietro, il serbatoio dell’olio è collocato nel telaio, il freno si trova all’interno della corona posteriore e, infine, la lubrificazione è a goccia su entrambi i cilindri.

Le motociclette a marchio Scott vennero prodotte da Alfred Scott già agli inizi del ‘900 con importanti innovazioni nel campo motoristico. Il modello del Museo Nicolis è mosso da un motore bicilindrico a 2 tempi, soluzione nata verso la fine del 1800 che stenterà ad affermarsi. Sarà proprio Scott ad esaltarne le caratteristiche migliorandone l’efficienza e le grandi possibilità adattandolo per le sue motociclette e introducendo una serie di cambiamenti che porteranno in breve il suo motore all’avanguardia.

I visitatori di Motor Bike Expo potranno ammirare questo magnifico esemplare al PAD 6 presso lo Stand della Regione del Veneto in cui è ospitata DVGF Destination Verona Garda Foundation.

A pochi minuti da Veronafiere, tutti gli appassionati potranno raggiungere il Museo Nicolis per ripercorrere la storia della motocicletta con 100 pezzi introvabili: i primi velocipedi, l’antenata dello scooter, le moto di prima generazione ed i recenti bolidi mozzafiato. Un percorso che regalerà grandi emozioni agli appassionati, ai romantici ed ai grandi esperti.

Per celebrare l’anniversario di nascita di Luciano Nicolis (19 gennaio 1933), grande appassionato di auto e moto d’epoca e fondatore dell’omonimo Museo,

INGRESSO OMAGGIO 0-18 anni al Museo per tutto il weekend MBE 2024,
da venerdì 19 a domenica 21 gennaio.

Il Museo Nicolis è APERTO al pubblico da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00
con orario continuato.

MUSEO NICOLIS
Tra le più emozionanti e suggestive esposizioni private nel panorama internazionale, il Museo Nicolis di Verona narra la storia della tecnologia e del design del XX secolo. Il riconoscimento dell’eccellenza gli deriva oggi dall’attribuzione del più ambito e prestigioso premio nel panorama mondiale dell’auto classica: Museum of the Year a The Historic Motoring Awards a Londra e del Ruoteclassiche “Best in Classic – Museo dell’Anno”, il gran galà del motorismo storico più ambito nel panorama dell’automobilismo. Ulteriore testimonianza del valore delle sue collezioni viene sancito con l’entrata di Villafranca nel circuito Città dei Motori, la rete che unisce i 27 Comuni italiani, che propongono il meglio del nostro Paese in questo campo assieme a brand internazionali come Pagani, Lamborghini, Ferrari, con cui il Museo collabora attivamente.

La nascita del Museo si deve alla grande passione di Luciano Nicolis. La storia di una vita che ha trovato la sua collocazione in uno spazio espositivo di 6000 mq nel duemila, anno della sua inaugurazione. I suoi capolavori sono stati suddivisi in dieci diverse collezioni con l’obiettivo di costruire un percorso organico, professionalmente qualificato e strutturato per soddisfare il visitatore più esigente.
Un percorso nella storia del Novecento fra storie, stili di vita, sport e miti nei diversi periodi storici. L’opportunità di conoscere i nostri tesori che compongono le dieci prestigiose collezioni: ore speciali per ricaricarsi, pronti a tornare alle occupazioni quotidiane con un’esperienza unica nel proprio bagaglio. Impossibile non rimanere sorpresi e affascinati da oggetti e opere d’arte che l’ingegno dell’uomo ha saputo creare.

Non è un caso che il Museo Nicolis rappresenti un “unicum” nel suo genere e venga indicato come emblematico della moderna cultura d’impresa. Concetti di “raccolta e riutilizzo” che hanno guidato la crescita del Gruppo Lamacart, sono gli stessi che hanno alimentato la passione di Luciano per il collezionismo, consentendogli di percepire il pregio di raffinati prodotti al momento dimenticati e ritenuti senza valore.

Il talento del suo Fondatore spiega solo in parte il successo del Museo Nicolis; alla base della sua affermazione c’è la gestione imprenditoriale della struttura affidata a Silvia Nicolis, presidente del Museo e figlia di Luciano, che ha puntato sulla promozione della cultura, sul turismo e sulla valorizzazione del territorio, esprimendo appieno la propria vocazione imprenditoriale. Silvia Nicolis ricopre il ruolo di vice presidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio di storia industriale italiana. È inoltre membro di Giunta di Camera di Commercio Verona con delega al Turismo e componente del Gruppo Tecnico Cultura di Confindustria nazionale e Commissario della Commissione Nazionale Storia e Musei ASI Automoclub Storico Italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here