Sabino Cassese terrà la Lezione Giorgio Fuà 2024 su “Merito e meritocrazia”

168

Giovedì 21 marzo, alle ore 15:00, nell’Aula A della Facoltà di Economia “G. Fuà”.

“Merito e meritocrazia” è il titolo scelto da Sabino Cassese per la Lezione Giorgio Fuà 2024, in programma giovedì 21 marzo, alle ore 15:00, nell’Aula A della Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche.

La Lezione Giorgio Fuà 2024 è organizzata dall’omonima Fondazione, che prosegue nel suo impegno di affrontare temi economici e sociali cari a Giorgio Fuà e ancora oggi attuali. Nel corso degli anni, hanno tenuto la Lezione Giorgio Fuà personalità di grande rilievo quali Ignazio Visco, già Governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, già presidente della Banca Centrale Europea e del  Consiglio dei Ministri, Alberto Quadrio Curzio, accademico dei Lincei, Michele Fratianni e Guido Lorenzoni, professori  di chiara fama e molto noti nel mondo scientifico internazionale.

Questa sarà la volta del giurista e costituzionalista Sabino Cassese, Professore emerito alla Scuola Normale Superiore di Pisa e giudice emerito della Corte costituzionale. Cassese, che ha al suo attivo esperienze da ministro per la funzione pubblica nel governo Ciampi e giudice della Corte costituzionale, si è laureato con lode all’Università di Pisa e diplomato presso la Scuola Normale Superiore – Collegio giuridico – con pieni voti nel 1956. Dopo il perfezionamento post-universitario in diritto comparato in diverse sedi europee (Monaco di Baviera, Friburgo, Londra), ha avuto una significativa e continua attività di ricerca in Italia e all’estero (Stati Uniti, Francia, Inghilterra, Germania, Spagna, Norvegia, Belgio, Polonia, Argentina, Cina, ecc.). Nel periodo 1958-1962, ha lavorato all’Eni di Enrico Mattei nel servizio studi guidato da Giorgio Fuà.

Il Professore Emerito ci ricorda che “il principio del merito è consacrato nella Costituzione per la scuola e per gli uffici pubblici. In particolare, l’articolo 34 dispone che “i capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”. D’altra parte, l’articolo 97 sottolinea che agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede tramite concorso, mentre l’articolo 106 aggiunge che le nomine dei magistrati hanno luogo per concorso ed è attraverso il concorso che si valuta il merito dei concorrenti. Ma che cos’è il principio del merito e cosa comporta? Come lo si può garantire nella scuola e nello Stato?”
Partirà da questa riflessione la lezione di Cassese, che sarà in aula A assieme a Silvano Fuà, figlio del noto economista e Presidente della Fondazione, e al Prof. Marco Cucculelli, vicepresidente della Fondazione e professore dell’Univpm.

Il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, il Prof. Gian Luca Gregori, ringraziando la Fondazione ricorda come “il ritorno del Professore Emerito Sabino Cassese alla Facoltà di Economia ci ricorda l’importante legame con le Marche; fu proprio il nostro concittadino Giorgio Fuà a chiamare il Professor Cassese nel 1961 all’insegnamento universitario, il quale poi divenne anche Preside della stessa Facoltà dal 1970 al 1974.  La Facoltà di Economia dal 2001 è intitolata a Giorgio Fuà che della stessa è stato il Fondatore. Il Professor Fuà ha sempre prestato grande attenzione ad un approccio multidisciplinare, considerando l’Economia non solo in senso stretto, ma dando risalto a molteplici aspetti ad essa collegati: la finanza, la matematica, la statistica, la sociologia, la storia e le discipline giuridiche. Ed è proprio sul solco di questo pensiero che ci appare assolutamente coerente ospitare la Lezione del Professor Cassese sul rapporto che esiste fra la Costituzione e il merito.”

La Lezione Giorgio Fuà 2024 ha il Patrocinio dell’Università Politecnica delle Marche, del Dipartimento di Scienze Economiche e Sociali – DiSES, dell’ISTAO e dell’AENL. Per confermare la partecipazione all’evento è necessario inviare una email a: m.cucculelli@univpm.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here