Treni storici, il calendario 2024 alla scoperta del Friuli Venezia Giulia

50

Dal 5 maggio fino al 15 dicembre ancora 24 appuntamenti per viaggiare a bordo di carrozze d’epoca, visitare località e raggiungere i più significativi eventi regionali usufruendo di una tariffa fissa e promozionale

 

Dopo il successo dell’anno scorso, è ripartita la programmazione 2024 per viaggiare a bordo dei treni storici in Friuli Venezia Giulia: dopo le prime quattro date di aprile andate sold out, ancora 24 appuntamenti dal 5 maggio fino al 15 dicembre per raggiungere eventi e località in regione e provare l’emozione di un viaggio di altri tempi su carrozze anni ’30, le cosiddette “Centoporte”, con i salottini in legno e le tendine al finestrino, perfettamente conservate, munite di bagagliaio e cappelliere e trainate da locomotive a vapore, elettriche o diesel.

Il successo della proposta, che ha registrato la scorsa stagione il tutto esaurito e un alto tasso di gradimento da parte dell’utenza che si è dichiarata soddisfatta per la quasi totalità dei passeggeri (98%), composta per lo più da famiglie e piccoli gruppi, si inquadra – secondo l’indagine svolta da PromoTurismoFVG – nella più generale tendenza all’undertourism, una forma di turismo emerso nel periodo post pandemico che vede sempre più visitatori prediligere mete nazionali o regionali, luoghi poco conosciuti e la possibilità di vivere l’esperienza del viaggio a ritmo più lento, riducendo al contempo l’inquinamento e l’impatto ambientale.

Dai siti Unesco ai “Borghi più belli di Italia”, dai villaggi marinari alle rievocazioni storiche, dagli itinerari guidati alle sagre ma anche manifestazioni enogastronomiche e ancora i grandi eventi sportivi: tante saranno le occasioni per scoprire un territorio ricco di proposte all’insegna di storia, bellezze naturali, tradizione ed enogastronomia viaggiando in un modo originale.

L’iniziativa è stata riproposta quest’anno grazie alla rinnovata collaborazione tra la Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione FS e con il supporto tecnico operativo di PromoTurismoFVG, con il duplice obiettivo di promuovere il territorio ma anche di incentivare il trasporto ferroviario a favore di un modello di turismo più sostenibile, grazie ad un’offerta ampia e di qualità, ad una tariffa speciale che include programmi a terra gratuiti come visite guidate e attività naturalistiche, e alla possibilità di portare con sé la bicicletta.

 

LE TAPPE MESE PER MESE

 

5, 12, 19 e 26 MAGGIO, QUATTRO TRENI ALL’INSEGNA DI CULTURA, FIORI E GIARDINI

Aprirà il mese il Treno della Belle Epoque che domenica 5 maggio porterà i passeggeri in partenza da Sacile a Cormons e poi a Gorizia per un tuffo nella Belle Époque. I passeggeri avranno occasione di partecipare ad una visita guidata nel centro storico del capoluogo isontino, indiscussa testimonianza di eleganza mitteleuropea e visitare Cormons, la “capitale” del Collio, patria di alcuni tra i migliori vini bianchi al mondo. Inclusa gratuitamente nell’esperienza la visita guidata di Gorizia con focus sulla Belle Époque e la visita con degustazione in una cantina di Cormons (per maggiori informazioni INFOPOINT DI PORDENONE Tel. +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it ). Il 12 maggio sarà operativo il Treno delle Città UNESCO

da Trieste a Palmanova e Cividale del Friuli per scoprire atmosfere, percorsi, storia e monumenti della città stellata e del primo ducato longobardo in Italia. Incluse gratuitamente per i passeggeri le visite guidate di Palmanova e Cividale del Friuli

(INFOPOINT PALMANOVA +39 0432 924815; +39 335 7847446; info.palmanova@promoturismo.fvg.it ), mentre il 19 maggio sempre da Trieste partirà il Treno delle Orchidee diretto ad Osoppo in occasione appunto della Festa delle Orchidee, una manifestazione organizzata nelle vie del borgo friulano e nelle aree naturali dove crescono spontanee numerose specie di orchidee locali. Sarà invece diretto a Sacile il Treno dei Giardini che il 26 maggio partirà da Trieste alla scoperta delle ricchezze naturali ed enologiche di questa area della regione in occasione della manifestazione “Cantine Aperte”, per un viaggio tra i colori e i profumi del vino e dei fiori nel Giardino della Serenissima all’insegna della cultura, della tradizione e dei prodotti tipici. Inclusa gratuitamente nell’esperienza la visita con degustazione della Tenuta Vistorta e la visita guidata di Sacile (informazioni INFOPOINT DI PORDENONE Tel. +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it ).

 

9, 16, 23 e 30 GIUGNO, I TRENI STORICI ESTIVI VERSO LE VIE DELL’ACQUA DI MARE, FIUMI E LAGUNA

Sono quattro gli appuntamenti a giugno con i treni storici: il primo , domenica 9 giugno, vedrà operativo il Treno “Ottavio Bottecchia” e il ”Treno “Trota in Festa”, che da Pordenone arriverà a Trasaghis e condurrà i passeggeri lungo i percorsi del grande ciclista in occasione del centenario della sua prima vittoria al Tour de France (per informazioni: SPORTLAND, Tel. +39 0432 1504271, info@sportland.fvg.it ). Il 16 giugno partirà invece da Portogruaro il Treno tra Laguna e Mare con una prima tappa a Marano Lagunare e arrivo in seguito a Miramare: la mattina sarà dedicata alla scoperta del borgo marinaro e antica fortezza in occasione della manifestazione di San Vio dove saranno presenti numerosi stand enogastronomici, mentre il pomeriggio i passeggeri potranno continuare il viaggio giungendo a Miramare dove li attenderà una visita guidata gratuita all’interno del parco del castello dedicata ai suoi punti più iconici (INFOPOINT MARANO Tel.+ 39 3346835248; info.marano@promoturismo.fvg.it ). Il 23 giugno l’appuntamento è con il Treno delle Risorgive e dello Stella che partirà da Trieste alla volta di Palazzolo dello Stella per una gita tra storia e natura, visitando il centro storico di Palazzolo dello Stella e la biodiversità della laguna (INFOPOINT LIGNANO +39 0431 71821; +39 335 7697304; info.lignano@promoturismo.fvg.it ). Chiude il mese il 30 giugno il Treno Terre dell’Altolivenza con partenza da Sacile e arrivo a Budoia-Polcenigo per scoprire l’Altolivenza, una terra a cavallo dell’alto corso della Livenza, il suggestivo fiume che nasce in Friuli nel territorio di Polcenigo, bagna Sacile e sfocia nel Veneto (INFOPOINT PORDENONE Tel. +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it ).

 

7, 14, 21 e 28 LUGLIO: QUATTRO TRENI TRA FOLK, CULTURA E ATTIVITÀ ALL’ARIA APERTA

È il Treno Folkest che il 7 luglio partirà da Trieste con destinazione San Daniele del Friuli in occasione della manifestazione Folkest – international folk music festival, per un viaggio tra le musiche e le culture del mondo (ASSOCIAZIONE PRO SAN DANIELE +39 0432940765 ; +39 0432941560 ; www.infosandaniele.com), mentre domenica 14 luglio sarà il turno del Treno alla scoperta di Pinzano al Tagliamento e della Val d’Arzino con partenza da Sacile e arrivo a Pinzano al Tagliamento: una volta giunti a destinazione sarà possibile scegliere tra diverse attività da fare all’aria aperta: discesa in Packraft/Rafting lungo il fiume, percorso in e-bike (lato Forgaria/Vito d’Asio e a Pinzano/Valeriano) o itinerari culturali quali l’ escursione a piedi guidata a Castello, Cjampat, Pontaiba, Puart, Sacrario Germanico e Casa Traghettatore (INFOPOINT PORDENONE Tel. +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it). Partirà invece da Pordenone il 21 luglio il Treno delle Città Unesco alla volta di Palmanova e di Aquileia per scoprirne la ricchezza storica e culturale che le rende un patrimonio mondiale dell’Unesco (INFOPOINT AQUILEIA +39 0431 919491; +39 335 7759580; info.aquileia@promoturismo.fvg.it). Il mese si chiude con il Treno dei castelli e dei mosaici che il 28 luglio porterà i passeggeri in partenza da Sacile alla volta di Spilimbergo in un affascinante viaggio lungo i binari della Ferrovia Pedemontana alla scoperta di Travesio, con la Chiesa di San Pietro dove ammirare le opere del Pilacorte del XVI sec. e gli affreschi del pittore Giovanni Antonio de Sacchis detto il Pordenone, fino a giungere a Spilimbergo, la “Città del Mosaico” (per info IAT SPILIMBERGO +39 0427 2274; +39 0427 881517; iat@comune.spilimbergo.pn.it).

 

 

LE TAPPE DI AGOSTO, SETTEMBRE E OTTOBRE: TANTI APPUNTAMENTI TRA RIEVOCAZIONI, SAGRE E FESTIVAL D’AUTORE

Il 3 agosto partirà da Trieste con destinazione Gemona del Friuli il treno storico Tempus express in occasione di Tempus est Jocundum la manifestazione storica che ogni anni ripopola le via della città di figure e ambienti medioevali come quella dei cavalieri e splendide dame, ma anche mangiafuoco, artigiani nei loro mercati e taverne e di numerosi spettacoli di danza e di teatro in tutte le piazze ( IAT GEMONA 0432 981441 ; info@visitgemona.com) mentre l’11 agosto sarà operativo il Treno delle Dolomiti Friulane che da Sacile giungerà a Montereale Valcellina e Barcis attraversando i suggestivi paesaggi naturalistici del Friuli. I viaggiatori, una volta giunti alla stazione di Montereale Valcellina, saranno accompagnati alla scoperta della centrale idroelettrica di Malnisio e alla vecchia strada della Valcellina.

Settembre si apre con il Treno dei Borghi più belli d’Italia che il 1 settembre porterà i passeggeri in partenza da Sacile a fino a Travesio con tappe intermedie in alcuni dei Borghi più Belli d’Italia: Polcenigo, Poffabro (in occasione della manifestazione “Paesi Aperti di Frisanco”), e Toppo, nel comune di Travesio, borgo rurale che conserva i resti del suo castello medioevale. (INFOPOINT DI PORDENONE Tel. +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it). L’8 settembre invece partirà da Udine il Treno alla Scoperta dei Borghi della Pianura Pordenonese diretto a Casarsa della Delizia, “paese di temporali e primule” per un viaggio sulle tracce di Pier Paolo Pasolini e con la possibilità di visitare i centri storici di San Vito al Tagliamento e Cordovado (INFOPOINT DI PORDENONE, Tel. +39 0434 520381, info.pordenone@promoturismo.fvg.it). È invece dedicato alla manifestazione letteraria il Treno di Pordenonelegge del 21 settembre: con due partenze, una da Treviso e una da Trieste, il treno storico raggiungerà Pordenone in occasione dell’annuale festa del libro con gli autori, un festival letterario tra i principali del panorama culturale nazionale (INFOPOINT DI PORDENONE, Tel. +39 0434 520381, info.pordenone@promoturismo.fvg.it). Il mese di ottobre si apre con il Treno sapori d’autunno che collegherà domenica 6 ottobre Treviso a Cavasso Nuovo per la Festa della Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo. A bordo del treno storico da Treviso i viaggiatori arriveranno a Cavasso Nuovo in occasione della tradizionale “Festa d’Autunno” iniziativa che vede come protagonista il presidio slow food “Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo” proponendo gli stand dei produttori e diversi piatti per valorizzare questo prodotto, mentre il 20 ottobre entrerà in azione il Treno Fiera di San Simone da Treviso a Codroipo correlato alla Fiera di San Simone di Codroipo con la possibilità una volta scesi di visitare il territorio in bici. (INFOPOINT UDINE Tel. +39 0432 295972; info.udine@promoturismo.fvg.it). Per gli amanti della zucca e dei caldi colori autunnali il 27 ottobre sarà da non perdere il Treno alla scoperta di Venzone o della Zucca, un viaggio da Trieste a Venzone per l’annuale Festa della Zucca cogliendo l’occasione di scoprire il ricco patrimonio artistico-culturale della cittadina friulana circondati da zucche fino all’imbrunire per una giornata medioevale senza pari (IAT VENZONE Tel +39 0432 985034; provenzone@libero.it; info@venzoneturismo.it).

 

I TRENI DI NOVEMBRE E DICEMBRE, SUL FILO DELLA STORIA E TRA I PROFUMI DEL NATALE

Novembre si apre sabato 4 con l’immancabile appuntamento sui luoghi sacri della Grande Guerra con il Treno della Grande Guerra che collegherà Trieste a Redipuglia in occasione della Giornata dell’unità nazionale e delle forze armate, dove avrà luogo la cerimonia di commemorazione di tutti i soldati caduti durante il primo conflitto mondiale. Al termine della celebrazione solenne è prevista per i passeggeri una visita guidata accompagnati da esperti e dedicata ai luoghi che hanno segnato la storia (IAT FOGLIANO REDIPUGLIA Tel +39 0481 489139; info@prolocofoglianoredipuglia.it ; www.prolocofoglianoredipuglia.it). Domenica 10 novembre sarà la volta del Treno del Formaggio che porterà i passeggeri in partenza da Sacile a Gemona in occasione di “Gemona, formaggio… e dintorni”, una grande mostra-mercato dei produttori lattiero caseari e delle tipicità enogastronomiche regionali e italiane con laboratori del gusto e visite guidate alle latterie (IAT GEMONA 0432 981441; info@visitgemona.com).

Le ultime due date a calendario sono quelle di dicembre e saranno dedicate alle tradizioni prenatalizie: martedì 5 dicembre il Treno dei Krampus partirà da Trieste con direzione Tarvisio in occasione della festa di San Nicola e della tradizionale uscita in maschera dei Krampus per le vie della città, rumorose e inquietanti creature la cui origine si perde nella notte dei tempi e nella profondità della foresta (INFOPOINT TARVISIO; +39 0428 2135; +39 335 7839496; info.tarvisio@promoturismo.fvg.it). Il 15 dicembre invece il Treno dei presepi e dei mercatini di Natale collegherà Gemona del Friuli a Poffabro per una visita dei presepi, proseguirà fino a Polcenigo – con fermata a Maniago – e poi a Sacile – stazione di Budoia- per un itinerario focalizzato sulla scoperta dei borghi con visita ai presepi tipici e ai mercatini di Natale: un viaggio nella magica atmosfera del Natale di questi affascinanti borghi storici e molte occasioni di intrattenimento per grandi e piccini (INFOPOINT PORDENONE; +39 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it).

 

Aggiornamenti sui prossimi appuntamenti nella sezione treni storici al sito di PromoTurismoFVG https://www.turismofvg.it/it/treni-storici

 

TARIFFE, MODALITÀ DI ACQUISTO E ASSISTENZA

L’iniziativa è proposta ad un prezzo promozionale e a tariffa fissa, indipendentemente dalla lunghezza della tratta percorsa. Il prezzo del biglietto di sola andata o solo ritorno sui treni a locomotiva elettrica o diesel è per gli adulti di 5 euro, i bambini dai 4 ai 12 anni non compiuti pagano 2,50 euro, mentre quelli con età inferiore ai 4 anni viaggiano gratis. Per i treni con locomotiva a vapore il prezzo a/r per adulti è 15 euro e di 7,50 euro per i bambini dai 4 ai 12 anni non compiuti, bambini da 0 a 4 anni non compiuti grati.

Non è possibile prenotare il posto a sedere.

I biglietti sono in vendita attraverso tutti i canali Trenitalia: online sul sito www.trenitalia.com, nelle biglietterie e ai self-service nelle stazioni ferroviarie e nelle agenzie di viaggio abilitate.

La messa in vendita avviene a partire in media da due settimane prima della data del viaggio sul sito di Fondazione FS e si chiude ad esaurimento biglietti. La capacità massima del treno storico è di 250 passeggeri.

È prevista un’assistenza da parte di Trenitalia ai clienti Fondazione FS relativa alla mail trenistorici@fondazionefs.it e al nr. di telefono +39 335 6854091.

 

ALTRE INFORMAZIONI

I treni storici sono restaurati e mantenuti per preservare il fascino e l’autenticità di altri tempi. Offrono un’esperienza affascinante ed unica, ma possono non avere tutte le comodità moderne come il riscaldamento centralizzato e il condizionamento estivo. I gentili passeggeri sono pregati di tenere in considerazione quest’aspetto del viaggio e indossare un abbigliamento adeguato al clima.

È possibile portare la bicicletta a bordo, il numero dei posti per il trasporto biciclette è limitato e non prenotabile.

Su tutti i treni è presente personale di PromoTurismoFVG incaricato di distribuire il programma del giorno e un questionario di gradimento a mezzo QR per la profilazione degli utenti e il rilevamento della qualità del servizio.

Durante il viaggio in treno verranno forniti ai passeggeri informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e cultura ferroviaria a cura dell’Associazione Museo Stazione Trieste Campo Marzio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here