Giornata dell’Europa 2024: il Centro Europeo Consumatori Italia passa in rassegna i nuovi diritti dei consumatori nell’UE

268

Dalle ultime elezioni europee del 2019, l’impegno dell’Unione Europea ad ampliare i diritti dei consumatori e a renderli effettivi è stato incessante! In vista delle elezioni europee del 8 e 9 giugno 2024, la Giornata dell’Europa diventa un’occasione importante in cui ricordare i nuovi traguardi raggiunti dall’UE nella tutela di milioni di consumatori europei

Hai mai desiderato un caricatore che carica tutto? Ora è realtà!

A partire da dicembre 2024, un unico modello di caricatore, l’USB-C, sarà utilizzato per tutti i dispositivi mobili, inclusi auricolari, e-reader, console, casse e autoparlanti portatili (e anche i computer portatili dal 2026). Questo nuovo standard permetterà di ricaricare tutti i dispositivi elettronici con un unico caricatore, indipendentemente dal produttore. Si tratta di una misura volta a ridurre il volume di rifiuti elettronici e a generare risparmi considerevoli, stimati in milioni di euro all’anno, sugli acquisti di caricatori non necessari. Inoltre, semplificherà la vita di tutti: non sarà più necessario portare con sé diversi caricabatterie quando si è in viaggio!

Giganti tecnologici: le nuove normative UE cambiano le carte in tavola

Grazie alla recente entrata in vigore di due importanti normative europee, il Digital Services Act e il Digital Markets Act, tutte le grandi piattaforme digitali, che ormai hanno assunto un ruolo fondamentale nella nostra vita virtuale, sono ora tenute a tracciare i venditori ospitati, verificando preventivamente la loro identità e fornendo dati completi di contatto. L’obbligo imposto alle piattaforme permette agli acquirenti di verificare l’affidabilità del venditore quando utilizzano le piattaforme per effettuare i propri acquisti online. Inoltre, le grandi piattaforme come Google, Amazon, Apple, ByteDance, Meta e Microsoft non potranno sfruttare la loro posizione dominante per favorire i propri prodotti a discapito degli altri, imporre un metodo di pagamento specifico, utilizzare i dati personali raccolti per un determinato servizio in altri contesti, imporre condizioni sleali e restrizioni ingiustificate ai commercianti o preinstallare determinate applicazioni software.

Riparazione dei prodotti più facile e vantaggiosa

Alla garanzia legale di conformità, che garantisce da oltre 20 anni la riparazione o sostituzione dei prodotti e servizi difettosi, si aggiungerà presto il nuovo diritto alla riparazione. È stata infatti recentemente approvata la direttiva sul “diritto alla riparazione” che faciliterà a riparazione dei prodotti, riducendo così la produzione di rifiuti, attraverso l’onere imposto ai produttori di:

– Fornire servizi di riparazione tempestivi ed economici;

– Informare i consumatori del loro diritto alla riparazione su alcune categorie di dispositivi, come frigoriferi, lavatrici o telefoni.

Inoltre, sarà realizzata una piattaforma online gratuita attraverso cui sarà possibile individuare un riparatore autorizzato.

Più flessibilità nei pagamenti: l’UE amplia il programma di credito al consumo

Recentemente è diventata popolare, anche a causa della crescente inflazione, una nuova soluzione di pagamento rateale, conosciuta come “Buy now, pay later” ovvero “compra ora, paga dopo” grazie alla quale i consumatori che possono acquistare subito e pagare in tre o più rate senza interessi. L’opzione non è priva di rischi per il consumatore, primo fra tutti quello di perdere il controllo delle proprie spese trattandosi di piccoli acquisti che, sebbene possano sembrare di modesto importo, possono diventare difficili da gestire se troppo numerosi. Pertanto, l’UE ha deciso di estendere, a partire dal 2026, le norme sul credito al consumo anche ai crediti inferiori a 200 euro per una maggiore tutela dei i consumatori UE!

Prossimi passi dell’UE: che altro dobbiamo aspettarci?

L’UE sta continuando a lavorare su molteplici fronti per facilitare la vita dei cittadini europei. A partire dal 2026, entrerà in vigore la prima legge al mondo sull’Intelligenza Artificiale (IA), volta a proteggere i diritti fondamentali e la sicurezza dei cittadini europei. Inoltre, saranno rafforzati i diritti dei passeggeri e dei viaggiatori, con regole più chiare sul rimborso in caso di cancellazioni di voli o viaggi prenotati tramite intermediari, e maggiori garanzie di informazione in tempo reale sui ritardi e le cancellazioni. E non è tutto: nuove regole sui voucher e tempi di rimborso più rapidi permetteranno ai turisti di viaggiare con maggiori tutele.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here