Grande successo per la terza edizione dell’evento internazionale dedicato alle tecnologie per la produzione dei veicoli elettrici

291

Si è conclusa con un bilancio più che positivo la terza edizione di E-TECH EUROPE, evento fieristico internazionale dedicato alle tecnologie per la produzione di veicoli elettrici, all’industria delle batterie e alle tecnologie per la ricarica. Il tutto all’insegna della sostenibilità. Una vetrina d’innovazione capace di riunire in un unico appuntamento l’intera filiera automotive. I numeri parlano chiaro: nell’arco dei due giorni della manifestazione, il 7 e 8 maggio, BolognaFiere ha ospitato ben 4000 presenze tra visitatori e operatori professionali, accolti da 325 espositori nazionali e internazionali, da un’area test drive con varie auto e moto elettriche in prova e da un ventaglio di oltre 40 tra conferenze, workshop seminari ed eventi formativi di altissimo livello organizzati in collaborazione con gli oltre 150 relatori provenienti dal mondo accademico, i centri di ricerca, l’industria e le associazioni di settore. Tra questi lo SMART GLASS FORUM, sulle ultime tecnologie del vetro per auto, e due convegni a cura di METEF sulla filiera dell’alluminio per l’industria dei veicoli elettrici. Una fiera nella fiera, quella di E-TECH EUROPE 2024, con cinque saloni tematici, distribuiti in tre padiglioni, su una superfice espositiva di 23.000 mq. In poche parole, un viaggio a 360 gradi nel futuro della mobilità. Parallelamente, infatti, gli spazi fieristici di Bologna hanno fatto da palcoscenico alla seconda edizione di E-CHARGE, che ha illustrato le ultime tecnologie e i servizi per la ricarica dei veicoli elettrici, accanto ai sottosaloni RE-BATTERY (raccolta, smistamento, riciclo e trattamento delle batterie per veicoli elettrici), e INTERIORS GLOBAL (appuntamento incentrato sulle soluzioni per l’allestimento degli interni nel settore automobilistico e dei trasporti). Grande interesse ha suscitato anche il “villaggio” FORTRONIC, dedicato all’elettronica di potenza applicata alle tecnologie per la mobilità elettrica, allestito da Tecno con il supporto di Assodel e per la prima volta abbinato a ROBOTICA, evento co-organizzato con AIdAM (Associazione Italiana di Automazione Meccatronica): qui si sono potute scoprire e ultime innovazioni nel campo della meccatronica e della robotica applicate al mondo della produzione di autoveicoli e, soprattutto agli EV. In questo ambito ampio spazio è stato dato, naturalmente, anche alla nuova frontiera dell’IA. Un viaggio nella storia dell’auto a batterie dai primi dell’Ottocento è stato, invece, offerto dalla mostra “Ritorno al futuro: due secoli di elettrico”. Un percorso realizzato attraverso 31 pannelli descrittivi, ma soprattutto con l’esposizione di auto rare, tra le quali l’Emilia 4, vettura a energia solare ideata da Onda Solare, oltre a due esemplari gentilmente concessi per l’occasione dal Mauto, il Museo nazionale dell’Automobile di Torino: una C-60 V – Pope del 1909 e una avveniristica LEM del 1974 disegnata da Giovanni Michelotti. Neppure il tempo di archiviare con soddisfazione questa edizione 2024, che gli organizzatori sono già proiettati alla rassegna del prossimo anno, quando operatori ed espositori saranno accolti da un layout totalmente nuovo e da un’area espositiva ancora più ampia. L’appuntamento è per il 4 e 5 giugno 2025, sempre a BolognaFiere, con il Progetto 2025, che comprende ben tre eventi principali tra loro interconnessi. La quarta edizione di E-TECH EUROPE, infatti, includerà ancora REBATTERY, INTERIORS ed E-CHARGE, ma per la prima volta ospiterà anche TRAFFIC 2025, primo salone italiano dedicato a mobilità urbana, traffic management, infrastrutture, sicurezza stradale, smart mobility, parcheggi. Un’occasione unica per ampliare ulteriormente la propria vision promuovendo strategie e soluzioni innovative capaci di rendere le città sempre più sostenibili e con una circolazione metropolitana maggiormente efficiente. Un ringraziamento va a tutti i partecipanti di questo E-TECH EUROPE 2024, agli espositori, ai relatori delle decine di sessioni convegnistiche e degli incontri formativi, e ai professionisti del settore che hanno dimostrato come il settore della mobilità elettrica in Italia e in Europa abbia enormi potenzialità di crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here