Arsenale affollato per il sabato del Salone

221

Il Salone Nautico Venezia ha vissuto il suo grande sabato: una splendida giornata di sole ha consentito al pubblico di arrivare numeroso e affollare le banchine riempiendo i 1100 metri di pontili. Una bella occasione di incontro per gli espositori

 

Il  tema della sostenibilità è stato il soggetto del convegno “Verso la Transizione Ecologica, Energetica e Digitale”, un appuntamento fisso del Salone Nautico promosso da Assonautica di Venezia e Assonautica Italiana. Questa mattina alla Sala Squadratori si sono riuniti amministratori, politici e rappresentanti delle istituzioni per confrontarsi con le aziende e gli operatori del settore su un tema di grande attualità e urgenza. Un’occasione che di anno in anno porta esperienze e pratiche innovative volte alla riduzione di emissioni e, in generale, ad un minor impatto sull’ambiente. Una sfida che vede tutti i livelli della filiera impegnati sul piano della ricerca e dell’innovazione di materiali e risorse così come gli ambiti giuridici e legali. Una maratona di interventi che ha preceduto la tradizionale sfilata di barche elettriche – la E-Regatta – che è stata riprogrammata dopo la sospensione di ieri oggi alle ore 15.00 con partenza dalla Darsena Grande fino al Bacino di San Marco attraverso il Canal Grande per portare un messaggio di sostenibilità tangibile in centro storico. Le barche elettriche hanno navigato compiendo un percorso di circa un’ora che ha sorpreso la città, passando sotto i grandi ponti di Rialto e Accademia prima di tornare in Arsenale.

In Salone sono ancora visitabili il Sommergibile Dandolo e le suggestive unità navali portate dalla Marina Militare. In Arsenale sono ormeggiate Nave Procida, Nave Pantelleria e Nave Tedeschi. La prima è una unità specializzata per il supporto dei fari e dei segnalamenti marittimi, la seconda garantisce i trasporti di materiali e mezzi tra porti italiani ed esteri, la terza è una un’unità polivalente impiegata dalle Forze Speciali. In particolare, Nave Procida rappresenta, insieme alle altre unità similari distribuite in diversi porti italiani, il braccio operativo attraverso il quale la Marina Militare svolge una funzione essenziale a favore della comunità marittima nazionale e internazionale. La Marina Militare è infatti responsabile della gestione e manutenzione dei circa 860 segnalamenti distribuiti lungo le coste italiane, tra cui 150 fari. Due unità importanti sono invece in bacino: Nave Sirio ormeggiata in Riva San Biasio è visitabile dalle 09.30 alle 11.30 e Nave Morosini, in Riva dei Sette Martiri, dalle 09.30 alle 11.30.

È stato presentato oggi all’Arsenale, nell’ambito del calendario di appuntamenti del Salone Nautico Venezia, il Campionato Italiano Hansa 303, un’esclusiva competizione che unisce atleti abili e disabili nella stessa passione per il mare. Quattro giorni di competizione nel segno dell’accessibilità e dell’inclusione. Il Campionato – che avrà luogo a San Giuliano dal 7 al 9 giugno, organizzato da Circolo della Vela Mestre e Vela Mestre per tutti – vedrà la partecipazione di oltre 100 imbarcazioni e una sessantina di atleti con disabilità. L’evento non rappresenta solo una regata, come ricordato dall’organizzazione, ma una vera e propria celebrazione dell’inclusione, della determinazione e dello spirito sportivo che definiscono la vela come sport aperto a tutti. Durante la conferenza stampa, è stata anche presentata una delle imbarcazioni Hansa 303, barche progettate per essere facilmente manovrabili e sicure per velisti di ogni abilità, e ideale punto d’incontro tra competizione e piacere della navigazione, offrendo a tutti la possibilità di gareggiare ad armi pari.

Conclusa la Regata delle Nazioni organizzata dalla Compagnia della Vela e il Corpo Consolare del Veneto con la vittoria della barca associata al Regno di Thailandia, davanti a quella del Consolato di Armenia. Al terzo posto La Repubblica e a seguire la Repubblica di Lituania e la Repubblica del Mali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here