Evoluzione della fotografia di paesaggio

197

Giovedì 13 giugno alle ore 18, la Fondazione Sabe per l’arte ospita la conferenza Evoluzione della fotografia di paesaggio di Claudio Marra, curatore della mostra ITALIA REVISITED #1. Campionario per immagini di Massimo Baldini.

 

L’esposizione, che proseguirà fino al 30 giugno presso la Fondazione Sabe per l’arte, offre l’occasione per una riflessione sulle derivazioni, i percorsi e i modelli di linguaggio proposti dalla fotografia di paesaggio nel periodo compreso tra gli ultimi due decenni del secolo scorso e oggi. La produzione di Baldini si pone evidentemente in rapporto con la grande stagione del paesaggismo italiano, aperta negli anni Ottanta dal gruppo di autori coagulatosi attorno alla figura da Luigi Ghirri. Un fronte a sua volta in dialogo con una linea di ricerca internazionale che va compresa nelle sue origini storiche rintracciabili in alcuni protagonisti di primo Novecento. Durante l’incontro Claudio Marra traccerà un percorso critico all’interno di questa vicenda ricca di suggestioni che ha contribuito a rendere la fotografia una protagonista indiscussa del sistema artistico contemporaneo.

 

L’evento, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna – Campus di Ravenna, sarà l’occasione per presentare il catalogo della mostra ITALIA REVISITED #1. Campionario per immagini.

 

L’incontro sarà trasmesso anche in streaming tramite il canale YouTube della Fondazione.

 

Claudio Marra, già professore ordinario di Storia della fotografia presso l’Università di Bologna, attraverso testi che costituiscono un punto di riferimento nel settore (da Le idee della fotografia 2001 a Nelle ombre di un sogno, 2004, da L’immagine infedele, 2006, a Fotografia e pittura nel Novecento (e oltre), 2012, da Fotografia e arti visive, 2014 a Che cos’è la fotografia, 2017) ha indagato in prospettiva storica i rapporti tra fotografia e arti visive, nonché quelli col settore specifico della moda, insieme ad aspetti teorici legati all’identità del mezzo e alle problematiche aperte dal passaggio dal sistema analogico a quello digitale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here