Nuovo concept per lo showroom Ernestomeda Milano

604

Il Fuorisalone 2024 è stata l’occasione per Ernestomeda per aprire le porte del suo rinnovato concept store Ernestomeda Milano di via Larga 9, progettato da Giuseppe Bavuso, designer e art director dell’azienda. Nella sua nuova configurazione, lo showroom – che si estende su una superficie di circa 270mq disposti su due livelli – ha ospitato, in occasione della manifestazione meneghina, le novità del marchio: da K-Garden, il nuovo modello di cucina outdoor, ai nuovi elementi del modello Sign – tutte creazioni dello stesso Bavuso.

In questa nuova veste, il flagship store si caratterizza per gli ambienti caldi e raffinati, tipici della filosofia del design che caratterizza tutte le collezioni Ernestomeda firmate da Giuseppe Bavuso. Illuminate dalle ampie vetrine, che donano loro luce naturale e visibilità, le composizioni esposte sono perfettamente incorniciate in uno spazio semplice ed elegante allo stesso tempo.

Per lo showroom milanese del marchio, Bavuso ha ideato un concept completamente nuovo, creando uno spazio espositivo dall’elevato valore estetico, volto a far risaltare la versatilità dei modelli esposti e l’identità – anche internazionale – del brand.

L’ambiente del monomarca è ora caratterizzato da un minimalismo elegante che si sviluppa grazie ad alcuni elementi chiave, quali linee essenziali e colori chiari e neutri, che richiamano le tipiche atmosfere nordiche. Per questo progetto, infatti, il designer si è ispirato ad architetture caratteristiche del Nord Europa, mantenendone lo stile “pulito”, privo di elementi superflui, e la valorizzazione della luce naturale. In questo modo, è stato creato un ambiente “feel at ease”, in grado cioè di far sentire i visitatori a proprio agio.

Per il restyling del flagship store sono stati utilizzati differenti materiali – come il cemento armato a vista o quello per i pavimenti, il metallo brunito di alcune pareti, in elegante accostamento ai legni naturali. La scelta di associare materiali così particolari è legata alla volontà di creare un costante dialogo con i colori chiari e neutri che personalizzano ogni area dello showroom, in una valorizzazione reciproca che ha lo scopo di far emergere lo stile che ha caratterizzato le collezioni dell’azienda in questi ultimi anni.

Suggestioni naturali si innestano nei diversi ambienti, attraverso la presenza di grandi pareti luminose caratterizzate da un gioco di ombre cinesi raffiguranti un giardino metafisico: un tocco di poesia per mettere in risalto i modelli di cucina esposti.

La competenza progettuale di Giuseppe Bavuso si riflette con eleganza su ogni superficie dello showroom, come nel caso della stuoia di cocco naturale intrecciato utilizzata per la copertura di una parte della pavimentazione dello showroom, che dialoga armoniosamente con gli elementi a giorno e con le pareti luminose, donando all’ambiente un senso di apertura, di leggerezza e di luminosità.

Il sapiente mix di materiali e colori naturali che permea l’intero showroom costituisce di fatto il fil rouge che accoglie e avvolge il visitatore in un’elegante sobrietà, creando una connessione tra forma e funzione, tra uomo e natura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here