Professioni, venerdì a Napoli la quarta edizione del premio “Uniti per la Legalità”

186
Casa-Glo-La-Gloriette-bene-confiscato-alla-camorra

Istituito dall’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti, è in programma presso Casa Glò – La Gloriette: riconoscimenti, tra gli altri, al procuratore Gratteri e a don Antonio Loffredo

Torna “Uniti per la Legalità”, l’evento organizzato dall’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, a cura della commissione nazionale Diritto Penale dell’Economia e Consulenze Tecniche. La quarta edizione è in programma venerdì 7 giugno a Napoli, presso Casa Glò – La Gloriette (via Francesco Petrarca, 50), bene confiscato alla camorra, che oggi è diventato un simbolo della lotta alla criminalità organizzata. Nella struttura di Posillipo, da quindici anni, la cooperativa sociale L’Orsa Maggiore ha avviato progetti personalizzati di integrazione sociale per coloro che vivono una condizione di vulnerabilità e disabilità.
Carolina Rumboldt, delegato nazionale dell’Ungdcec, afferma: “L’evento verterà sull’innovativo tema afferente al rapporto fra le norme sulla gestione dell’impresa in sequestro previste dal Codice Antimafia ed il Codice della Crisi di Impresa”.
Enrico Lombardo, co-delegato in materia, aggiunge che “l’obiettivo scientifico del convegno è comprendere la possibile coesistenza delle due normative speciali, nell’intento di tutelare due beni economici di interesse pubblico – la tutela dei creditori e la preservazione dell’azienda e dei livelli occupazionali – nel particolare contesto del contrasto alla criminalità organizzata”.
Il presidente nazionale Ungdcec, Francesco Cataldi, precisa che “il convegno, in continuità con le precedenti edizioni, sarà introdotto da un momento di confronto fra le istituzioni che, partendo dalla centralità della normativa relativa al contrasto delle mafie e di ogni forma di criminalità economica, conduca ad individuare le forme più idonee di applicazione delle norme nel tessuto economico e sociale”.
I lavori si concluderanno con la consegna del Premio “Uniti per la legalità”, istituito da UNGDCEC e conferito a realtà o personalità che si sono contraddistinte nel campo della difesa dei valori della legalità. Quest’anno l’Ungdcec ha deciso di consegnare il riconoscimento a Teresa Areniello, presidente Sezione Penale – Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli; Rosario D’Angelo, coordinatore regionale FAI – Federazione Antiracket Italiana; Francesca D’Onofrio, presidente L’Orsa Maggiore cooperativa sociale; Luigi Ferrucci, presidente FAI – Federazione Antiracket Italiana; Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli; don Antonio Loffredo, presidente Onorario Fondazione San Gennaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here