Pichetto, responsabilità intergenerazionale per rispondere a crisi

202

“La cura dell’ambiente – afferma Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica – non è qualcosa di astratto, ma un richiamo diretto alla responsabilità intergenerazionale, in un contesto di cambiamenti climatici che pesa sempre più sui sistemi naturali, economici e sociali”. “Le politiche di adattamento e resilienza sono, mai come oggi, cruciali per affrontare l’attuale condizione di sofferenza delle matrici ambientali: le affrontiamo compiutamente nel nostro Piano di Adattamento, che contiene 361 azioni a difesa degli ecosistemi. Questo governo punta sulla ripresa, dopo lungo tempo, del percorso infrastrutturale di quelle opere imprescindibili sul territorio che possono contenere i rischi e potenzialmente aprirci anche a nuove opportunità di crescita”. “Saper connettere le politiche climatiche alle scelte energetiche è oggi la grande sfida che abbiamo di fronte: lo sviluppo sempre più sostenuto delle rinnovabili, in particolare, servirà a una transizione giusta ed economicamente sostenibile”. “Il PNIEC, che entro fine mese invieremo in versione definitiva all’Europa saprà indicare una via italiana allo sviluppo sostenibile pragmatica e ambiziosa”. “Connesso a questo tema c’è l’affermazione a ogni livello dell’economia circolare, che stiamo sviluppando anche attraverso gli ingenti stanziamenti del PNRR, così come l’affermazione di nuove tecnologie e innovazioni che possano farci voltare pagina rispetto al passato”. “La giornata dell’Ambiente – conclude il ministro – va dedicata ai giovani e al loro impegno attivo per la causa ambientale. Il loro contributo di idee e di proposte è irrinunciabile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here