Adolescenti e giovani, crisi tra ansia e depressione

194

«L’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia da Covid-19 ha lasciato un profondo segno tra gli adolescenti e i giovani italiani, modificando la visione del futuro dei più giovani e generando un aumento significativo di ansia, rabbia e depressione» mette in evidenza Luigi Saldì, fondatore di Lu.Sa. Form (www.lusaform.com), ente di formazione che offre servizi di orientamento professionale attraverso l’erogazione di percorsi formativi che accompagnano le persone nel mondo del lavoro

 

In aumento i disturbi mentali, anche tra i più giovani. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel mondo ne soffre mediamente il 15% dei bambini e adolescenti. Il 50% delle patologie psichiatriche esordisce prima dei 14 anni di età e la stima per l’Italia è di 2 milioni di bambini e ragazzi fino ai 17 anni colpiti da disturbi neuropsichiatrici. A metterlo in evidenza è Lu.Sa. Form (www.lusaform.com), ente di formazione che offre servizi di orientamento professionale attraverso l’erogazione di percorsi formativi che accompagnano le persone nel mondo del lavoro, favorendone l’ingresso per i giovani e per gli adulti e qualificando ed aggiornando chi già lavora.

«A peggiorare le cose è stata l’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia da Covid-19 che ha lasciato un segno profondo tra i giovani italiani, generando un aumento significativo dei casi di ansia, rabbia e depressione» commenta Luigi Saldì, fondatore di Lu.Sa. Form.

La conferma viene anche dal rapporto «Generazione Post Pandemia: bisogni e aspettative dei giovani italiani nel post Covid-19», elaborato dal Censis, dal Consiglio Nazionale dei Giovani e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, secondo i quali la metà dei ragazzi tra i 18 e i 25 anni soffre di questi disturbi, mentre oltre il 62% ha modificato la loro visione del futuro.

«Anche se più in generale tutti gli italiani hanno subito un grande impatto psicologico durante la pandemia, i giovani sono stati colpiti in modo sproporzionatamente maggiore. Tra gli adulti, il tasso di disturbi psicologici è significativamente inferiore rispetto a quello registrato tra i giovani, con un’incidenza media di poco più di uno su cinque per gli adulti, mentre tra i ragazzi under 37 si sale al 45% ed ancora di più nella fascia di età compresa tra i 18 e i 25 anni» sintetizza Luigi Saldì.

«I numeri dei ragazzi in crisi —prosegue il fondatore di Lu.Sa. Form-— sono ampi, confermati da numerose ricerche ma anche dalle testimonianze dirette che sempre più frequentemente riceviamo.

Gli analisti di Lu.Sa. Form (www.lusaform.com), hanno potuto rilevare che, sopratutto tra le donne ma anche tra gli uomini, la pandemia ha molto inciso anche sulla scelta della facoltà universitaria: dal 13,7% delle liceali che nel 2019 voleva iscriversi a Medicina e Odontoiatria si è passati ora al 20,2%, con un incremento di 6,5 punti percentuale pari ad un +47,4%.

Nonostante i disagi post-pandemici, tuttavia, con Lu.Sa. Form tutti possono laurearsi e trovare con facilità anche lavoro, con percorsi formativi orientati prevalentemente al mondo della scuola (personale docente e personale ATA), all’area socio-sanitaria ed alla cyber-security e web-education, proponendosi quale partner di enti ed aziende che vogliano implementare soluzioni in grado di integrare nuovi modelli di formazione altamente qualificati.

La società è leader nella progettazione e realizzazione di studi di carattere generale sull’orientamento e la formazione professionale di quanti già introdotti nel mondo del lavoro e dei giovani da inserire nell’attività produttiva e —con 65 percorsi di studio tradizionali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Psicologia— è polo di studio universitario riconosciuto eCampus, uno dei principali atenei online d’Italia con sedi sparse in tutto il territorio nazionale e sede centrale a Novedrate (Como) dove sono dislocate le infrastrutture tecnologiche d’avanguardia che consentono all’Ateneo di offrire un eccellente servizio VLE (Virtual Learning Environment) per dare modo ad ogni allievo di usufruire delle lezioni e di tutti i servizi connessi, dagli stage al job-placement.

Con oltre 70 mila iscritti ed un numero di corsi in costante crescita, l’università rilascia titoli con valore legale in Italia ed offre 65 percorsi di studio tradizionali, suddivisi nelle facoltà di Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Psicologia: con Lu.Sa. Form è così possibile conseguire anche lauree triennali e specialistiche nonché master di I e II livello.

Ma anche master di completamento per le classi di concorso, titoli di perfezionamento, abilitazioni all’insegnamento, certificazioni che permettono di scalare le graduatorie ATA 2024/2025, certificazioni informatiche e certificazioni di inglese per il mondo del lavoro fino al livello C2.

Da oltre un decennio Lu.Sa. Form lavora proprio nel campo delle abilitazioni all’insegnamento e dei dottorati di ricerca, collaborando con le principali università statali anche in Spagna e Romania.

I punti di forza di Lu.Sa. Form risiedono nella completezza delle soluzioni offerte, nella capacità di rispondere in modo adeguato alle esigenze delle persone e nella competenza del management che la compone, forte di un grande know-how frutto delle significative esperienze maturate fino ad oggi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here