Excelsior 2009, i risultati di Ancona

1026

Al momento le aziende ritengono di mantenere il proprio organico, individuando nelle competenze sviluppate, un fattore importante per migliorare le proprie performance e superare questa fase critica. Di fatto si può affermare che le imprese guardano alle risorse umane come un’opportunità in vista della ripresa economica. Le previsioni occupazionali delle aziende della provincia di Ancona riflettono la condizione complessiva dell’economia nei mercati internazionali. In questa fase di grandi incertezze, le imprese devono fare i conti con l’andamento degli ordini e con l’esigenza di mantenere un livello di redditività sufficiente a garantire la continuità dell’attività. Le difficoltà del mercato si riflettono nei dati relativi all’occupazione; le assunzioni diminuiscono, generando una perdita di 3 mila posti di lavoro. Questi dati vanno integrati dal forte aumento del ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni. Gli immigrati sono oramai parte integrante del sistema e non sorprende che anche loro soffrano della crisi. Solo il 15,7% degli assunti sarà immigrato, una quota pari alla metà di quella del 2007. E’ forte la componente degli stagionali (circa il 41% del totale), mentre si consolida il ricorso ai collaboratori a progetto, specie per incarichi di rilievo che altrimenti le PMI dei servizi non potrebbero permettersi. Lo scenario in cui operano le imprese finito il periodo di crisi dovrà cambiare. Ad esempio la filiera si evolve e tende ad eliminare, almeno in parte, lo squilibrio tra attori forti e deboli; in alcuni casi i subfornitori della filiera sono stati totalmente spiazzati dalle scelte dei committenti e sono scomparsi, in altri casi questo rapporto è stato considerato come un’opportunità e si possono prospettare ambiti di integrazione ulteriore, creando spazi per un personale creativo e flessibile, capace di adattarsi alle esigenze di questo modello frammentato e mutabile, in cui però diventa necessario avere più autonomia e responsabilità lontano dai vertici aziendali.

Excelsior 2009 the results of Ancona
In order to illustrate the occupational context, the Chamber of Commerce of Ancona has showed the data supplied from the provincial enterprises, elaborated in surveying Excelsior of Unioncamere.
At the presence of Giampaolo Giampaoli, president of the Chamber of Commerce of Ancona, Domenico Mauriello of the Center Studies Unioncamere and Andrea Mosconi of the office statistics and studies of the Chamber of Commerce of Ancona, report has shown lights and shadows, but not all is negative, even if for the first time after much time the territory must make forehead a phenomenon which little it is accustomed, the increase of unemployment and its extension also towards subjects with experience and elevated level of professionalism. Al moment the companies think to maintain own organic one, characterizing in the developed competences, a factor important in order to improve own performances and to exceed this critical phase. It can be asserted that the enterprises watch to the human resources like an opportunity in sight of the economic resumption.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here