Assoturismo: “i dati delle presenze tengono”

685

“Gli italiani non hanno rinunciato alle vacanze neanche nell’estate appena trascorsa, nonostante la crisi economica. Anzi, possiamo serenamente affermare che le vacanze, oggi, devono essere considerate come un bene primario per le famiglie italiane”. Parole di Tullio Galli, direttore generale di Assoturismo-Confesercenti, che aggiunge: “Attenzione però, sebbene le presenze siano in generale aumentate, con gli italiani che hanno preferito mete nazionali per le loro ferie, a ciò non corrisponde un aumento dell’utile d’impresa per tutti gli attori del sistema turismo e questa crescita è distribuita a macchia di leopardo. Buone le performance di Regioni come la Sicilia e la Puglia. Bene i bed and breakfast, gli agriturismi e, in generale, tutte le strutture alberghiere di livello che offrono alti standard di qualità e servizi a 360 gradi, comprensivi di centri sportivi e di benessere, internet, intrattenimenti per i più piccoli ed eventuale assistenza agli anziani, in un’ottica del tutto compreso. Alla luce di questi dati, si delinea un profilo del vacanziere italiano che predilige le mete nazionali, ma che è sempre più esigente. Soffrono, invece, i servizi come gli stabilimenti balneari, i bar e i ristoranti. Su questi il calo di fatturato si aggira su una media del 15 / 20%”.
Nella manovra finanziaria per il 2010 non sono previsti incentivi per il settore. Cosa ne pensa?
“La manovra finanziaria per il 2010 è composta da soli 3 articoli e non si fa cenno al settore turismo. Un peccato, soprattutto per il lavoro che il ministro Brambilla sta facendo e, se vogliamo dirla tutta, non in linea con alcune dichiarazioni del presidente Berlusconi che vedeva nel turismo un fattore economico fondamentale per la crescita del PIL, in questa fase di crisi. Queste mancanze vengono ancora più marcate se pensiamo alla concorrenza internazionale. La Francia ha ridotto l’IVA al 4%; in Croazia vengono agevolati e realizzati notevoli investimenti per tutte le infrastrutture turistiche del Paese; infine sono migliorati notevolmente anche tutti gli aeroporti e le rotte aeree per i Paesi del Nord Africa; da noi molte chiacchiere e poca sostanza!”.

Assoturismo “ the data of tourists presence are still kept”
“Italians haven’t renounced to the vacations not even in the last summer, in spite of the economic crisis. Indeed, we can serenely assert that the vacations, today, must be considered like a primary good for the Italian families”. Tullio Galliums general manager of Assoturismo-Confesercenti, said and he adds: “be careful, although the presences in general are increased, with the Italians that have preferred national destination for their holiday, to this situation doesn’t correspond an increase of the profit of enterprise for all the people of the system tourism and this increase is spread to spot on the leopard skills. Good performances of regions like Sicily and the Puglia. Goods results for bed and breakfast, the farm holidays”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here