Una rete economica di 900 mila imprese…

203

Nata nel 2001 su iniziativa delle Camere di commercio di Ancona e Spalato che volevano una rete che si occupasse di economia del bacino adriatico – ionico, rappresenta circa 900 mila imprese. L’idea di un Forum delle Camere di Commercio in quel periodo era un modo per guardare avanti a un futuro fatto di coesione economica e sociale, promuovendo il confronto e realizzando relazioni che mettere i Paesi nelle condizioni di cooperare.  “Abbiamo visto lungo – sostiene il segretario generale della Camera di Commercio di Ancona, Michele De Vita – perché questa sinergia è fondamentale per i sistemi economici dei Paesi coinvolti. Inoltre nel 2007 ci siamo presentati al Parlamento europeo e siamo stati riconosciuti come best practice. Il percorso di questi dieci anni ci ha permesso di avvicinare istituzioni e territori all’Unione europea e di realizzare qualcosa concretamente anche attraverso fondi UE, nazionali e regionali. Abbiamo organizzato meeting annuali e abbiamo sei tavoli di lavoro permanenti per continuare a trattare i temi di prioritario interesse. Abbiamo istituito reti di cooperazione territoriale e prodotto mappature territoriali. L’integrazione europea rappresenta un convincente obiettivo e noi ci sentiamo pronti a svolgere un ruolo di promozione di queste reti. Grande è l’attività che ci rappresenta: abbiamo appena presentato il Forum delle Camere di Commercio e il suo programma di attività al nuovo Parlamento europeo (a Bruxelles il 9 e 10 novembre scorsi), abbiamo appena svolto il quarto congresso dell’imprenditoria femminile, voluto fortemente dalla presidente Jadranka Radovanic.Tra l’altro va sottolineato che le imprenditrici si sono appena dotate di una Carta dei valori. Collaboriamo sin dall’inizio con il Segretariato permanente dell’IAI, essendo e cercando di essere il braccio economico. Abbiamo una consapevolezza forte dell’importanza delle reti, tanto che abbiamo già attivato sinergie con la rete del Baltico e con le Camere di Commercio del Baltico, d’altronde per noi lo sviluppo del network operativo passa per queste collaborazioni e sinergie che sono attive nelle varie aree dell’UE. E poi c’è ADRION, un marchio di cui andiamo fieri, un progetto con finalità importanti per promuovere il territorio in modo unitario. Tante le vocazioni che ci rappresentano e se messe insieme possono costituire un motivo di forte attrazione. Il marchio ADRION rappresenta il turismo della nostra area in ottica di grande sviluppo. Ma crediamo molto anche nella possibilità di risoluzione delle controversie con l’arbitrato e la conciliazione, servizio che abbiamo inserito tra i territori economici. Nel 2010 celebreremo i nostri dieci anni e per scelta generale, le celebrazioni si svolgeranno ad Ancona".

An economic network of 900.000 enterprises…
It was born in 2001 from an initiative of Ancona and Split Chambers of Commerce that wanted a net that was taken care of Adriatic-Ionic river basin economy, it represents approximately 900.000 enterprises. The idea of a Forum of the Chambers of Commerce was a way in order to watch ahead to a future made from economic and social cohesion, promoting the comparison and realizing relations of cooperation between counties.
“We have seen right- the general secretary of the Chamber of Commerce of Ancona Michele De Vita declares, – because this synergy is fundamental for the economic systems of the Countries involved. In the 2007 we were at the European Parliament and we have been recognized like best practice. The way of these ten years has allowed us to approach institutions and territories in concrete terms also through the EU found national and regional. We have organized yearly meeting in order to continue to dealing themes of priority interest. European integration represents a convincing objective and we feel ourselves ready to carry out a role of promotion of these nets.