Stracca, un illustre dimenticato

1182

Il 2009 è passato e con lui anche il 500° anniversario della nascita di Benvenuto Stracca. E sì che, da Adriaeco, l’avevamo detto… Un anno passato a sbandierare la necessità di riappropriarci di figure che fanno parte del nostro passato glorioso, affinché si possa rendere giustizia anche a questo nostro presente “difettoso”…
Risultato? Appena una banchina, o poco più. Nel senso che Benvenuto Stracca si vedrà forse intitolare la ex “nuova darsena”, su suggerimento del consiglio comunale di Ancona come “Darsena Benvenuto Stracca 2009”. In realtà la decisione non spetta al consiglio comunale, quanto all’Autorità portuale, ma insieme al prezioso suggerimento, dagli scranni di Palazzo del popolo erano arrivate altre indicazioni lasciate disattese. Si legge infatti nel documento, tra le premesse: “Nel 2009 ricorre il 500° anniversario della nascita di Benvenuto Stracca, illustre anconetano, fondatore del diritto commerciale ed estensore delle prime polizze di assicurazione; la rilevanza della personalità di Benvenuto Stracca è fondamentale per rilanciare l’immagine e l’identità di Ancona, fortemente incentrata sulla rilevanza storica dei suoi traffici commerciali; è fortemente sentita l’esigenza di divulgare la storia e l’opera di questo anconetano illustre nella cittadinanza e nelle scuole, di cui ne è percepita la grandezza più all’estero che ad Ancona; sono già stati avviati contatti tra soggetti del nostro territorio, come la Mediateca delle Marche, le Università della Regione e associazioni nazionali impegnate nella conservazione delle opere di Benvenuto Stracca per un progetto di valorizzazione della sua figura; Ancona conserva nel Museo della Città la copia originale del “De Mercatura sive de Mercatore”, l’opera principale di Stracca”. Il consiglio comunale quindi “impegna a elaborare un progetto per celebrare Benvenuto Stracca nel prossimo autunno, avviando i contatti con tutti quegli interlocutori che hanno manifestato interesse nella divulgazione di questo grande giurista, come la Mediateca delle Marche, la Camera di Commercio di Ancona, le Università marchigiane e le associazioni impegnate nella conservazione delle sue opere, e a trovare un accordo con l’Autorità Portuale per intitolare una banchina all’illustre personaggio anconetano”.
Impegni, parole, documenti… Bla, bla, bla… ma il 2009 è passato e il povero Stracca dimenticato!

Stracca, a famous man forgotten
The year 2009 is gone and with it also the 500th birth anniversary of Benvenuto Stracca. We had said it. An year spent to display the need of take back of figures belonging to our glorious past, so we can do justice also to our “defective” present… Result? Just a dock, or little more. It means that has been titled the ex “new dock”, to Benvenuto Stracca”, that is become so, for will of the town council of Ancona “Dock Benvenuto Stracca 2009”. Actually the decision wasn’t up not even to the town council, but to the port Authority and with to the precious suggestion, from the seats of Town hall some hints were arrived, but then left unheard. Like the engagement “to elaborate a plan in order to celebrate Benvenuto Stracca in the next autumn, starting the contacts with all those interlocutors who have showed interest in the spreading of this great Jurist…”. Commitments, words, documents… Blah, blah, blah…but the year 2009 is gone and the poor Stracca forgotten!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here