Moretton, disponibili a sostenere avvio lavori A4

701

Trieste, 18 mar – COM/ET – La gestione commissariale dell\’A4, coadiuvata dalla struttura di Autovie Venete, ha appaltato tutte le opere, a eccezione del tratto San Donà-Tagliamento il cui costo supera i 600 milioni di euro e per il quale non c\’è copertura finanziaria.
A evidenziarlo, il capogruppo del PD in Consiglio regionale, Gianfranco Moretton, che riconosce gli obiettivi conseguiti a oggi.
L'ordinanza ministeriale dice che il commissario straordinario si deve preoccupare delle opere da realizzare e che Autovie Venete deve recuperare i finanziamenti per la terza corsia e per l'ammodernamento dell'A4 Venezia-Trieste.

Per le opere già appaltate – rileva il capogruppo PD – non esiste la copertura finanziaria totale, perché Autovie e il commissario sono in attesa che venga firmato il decreto interministeriale che porterà allo sblocco dell'iter: approvazione della Corte dei conti che darà effettivo valore all'atto aggiuntivo già approvato dall'Anas e quindi alla successiva capacità di recuperare i finanziamenti con l'accensione di apposito mutuo.

Moretton evidenzia anche che ci sono contrasti fra Autovie Venete e Friulia Holding in merito all'advisoring necessario all'organizzazione di tutta l'impalcatura finanziaria che dovrà sostenere la realizzazione dell'opera.
A questo punto, dopo le innumerevoli promesse di Tondo e altri, compreso Melò, perché non si arriva alla indispensabile firma del decreto e quali sono gli ostacoli e le difficoltà che gravano su tutta la questione?
"Crediamo – conclude Moretton – che non sia più sufficiente accontentarsi delle promesse. Dal momento che siamo molto interessati alla realizzazione di questa infrastruttura, che darà sviluppo alla regione, siamo disponibili ad adoperarci, qualora richiesto, per aiutare l'esito positivo della vicenda a fronte delle palesi difficoltà in cui si trovano Tondo e i vertici societari di Autovie Venete".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here