Istruzione: Molinaro presenta progetto transfrontaliero

686

Individuare e sperimentare moduli formativi transfrontalieri cercando di sviluppare la creatività, l\’innovazione, le competenze sociali e l\’imprenditorialità degli studenti con il supporto del web e l\’apprendimento cooperativo in rete. Sono questi gli scopi del progetto comunitario Comenius Regio Friuli Venezia Giulia – Carinzia \”CRE.A.RE – Crescere e apprendere in rete\”, del quale si è parlato oggi a Manzano (Ud), dove si è tenuto il primo degli incontri di formazione in tale ambito per i docenti austriaci e della nostra regione relativo all\’utilizzo dello strumento del podcast nella didattica e del web 2.0 della community walk. Alla realizzazione del programma, del quale è coordinatrice la dott. Patrizia Pavatti dell'Ufficio Scolastico Regionale, partecipano 11 soggetti: 9 istituzioni scolastiche del Friuli Venezia Giulia (Direzione Didattica di Manzano, Scuola Media di Cividale, Istituto Comprensivo di Premariacco: tutti facenti parte della Rete "Ragazzi del fiume"; l'Educandato Uccellis e l'Istituto omnicomprensivo Ingeborg Bachmann di Tarvisio) e 3 carinziane, tra le quali c'è l'Università di Klagenfurt.
Il progetto prevede l'uso delle metodologie didattiche alternative al tradizionale insegnamento frontale, quali il
linguaggio teatrale, l'insegnamento delle discipline in lingue diverse e il sistema comparativo. In tale ambito è prevista la realizzazione di una radio in formato podcast che raccolga le esperienze degli studenti coinvolti.
All'incontro, al quale è stato menzionato il significativo ruolo della Regione nel sostenere il progetto, l'assessore regionale all'Istruzione, Roberto Molinaro, ha sottolineato come questo rappresenti "una tappa fondamentale nel confronto su quale dovrà essere la scuola europea del domani".
"Per questa dimensione d'istruzione il Friuli Venezia Giulia – ha spiegato l'assessore – ha un programma, la cui fonte è il protocollo d'intesa stipulato nel 2009 tra il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, l'Ufficio Scolastico
Regionale e la Regione, che sarà attuato in collaborazione con le singole istituzioni scolastiche".
All'interno di tale programma si collocano varie attività: la nostra regione prende parte a 2 dei 17 progetti Comenius Regio in esecuzione in Italia; il progetto Interreg Italia-Austria e il sostegno della Regione all'insegnamento delle lingue comunitarie.
Nello specifico, oltre alla creatività e all'innovazione, l'assessore Molinaro ha messo in evidenza alcune caratteristiche particolari del progetto comunitario: i saperi individuali dei partecipanti sviluppano nuovi comportamenti; l'utilizzo virtuoso delle moderne tecnologie e la creazione di reti scolastiche
transfrontaliere, che figurano tra gli obiettivi individuati dal Trattato di Lisbona.
Oltre ai docenti e ai rappresentanti delle autorità scolastiche carinziane, hanno partecipato all'incontro, il sindaco e
l'assessore del Comune di Manzano, Lidia Driutti e Angela Della Rovere, che hanno espresso il sostegno dell'
amministrazione al progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here