Enti Locali: da autonomia ok a ddl manutenzione ordinamento

252

Udine – Il Consiglio delle Autonomie locali (Cal), riunitosi oggi a Udine e presieduto per l\’ultima volta da Attilio Vuga, in scadenza di mandato da sindaco di Cividale, ha espresso parere favorevole (19 i voti favorevoli ed 1 astenuto) allo schema del disegno di legge riguardante la Manutenzione dell\’ordinamento regionale 2010, già approvato in via preliminare lo scorso 1 aprile dalla Giunta regionale. Un risultato giudicato "molto positivo" dall'assessore regionale alla Funzione pubblica, Andrea Garlatti, che ha spiegato come, in un'ottica di semplificazione, la Regione con questo ddl intende arginare il continuo aumento delle leggi ed allo stesso tempo garantire l'aggiornamento del quadro legislativo.
Il provvedimento, è stato spiegato, comprende un pacchetto complesso di norme ed è composto da 123 articoli inerenti diversi settori, dall'assetto istituzionale allo sviluppo economico, dalle attività produttive all'agricoltura, dal territorio all'ambiente, dalle infrastrutture alla salute, dai servizi pubblici alla persona al lavoro ed ai beni culturali.
"La seduta è stata occasione di confronto che rafforza e potrà arricchire anche il dibattito in Consiglio regionale", ha sottolineato Garlatti, che ha accolto la proposta concernente la possibilità per gli Enti locali di assumere personale per procedere alle operazioni di censimento generale della popolazione.
Inoltre, l'assessore si è fatto carico dell'impegno per la concessione di deroghe agli Enti locali per quanto riguarda le assunzioni del personale: "Certamente non ci si limiterà al dato burocratico, ma si entrerà nel merito delle situazioni: non sarà la Regione a mettere in difficoltà gli enti che dimostreranno di essere virtuosi", ha concluso Garlatti.
Il Cal ha poi deliberato la designazione di quattro rappresentanti dei Comuni (Silvia Cigana per Pordenone), Giuditta Rombola per l'Associazione intercomunale Sile, Paolo Coppola per Udine e Lorenzo Bandelli per Trieste e Gorizia) al Tavolo di collaborazione per la realizzazione del Portale dello sportello unico.
Mentre l'organo consultivo si è pronunciato unanimemente a favore del regolamento per la concessione ai beneficiari degli incentivi (da 4 a 12mila ciascuno) per l'assunzione di persone disabili previsti dal Fondo sociale europeo (Fse), non ha invece espresso eguale parere (contrari 6, a favore 11 ed 1 astenuto) sulle modifiche di regolamento proposte dalla Giunta regionale che riguardavano la proroga dei termini di consegna dei certificati
medici d'idoneità per i volontari della sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here