Fondazione Carima consegna 13 mezzi alla protezione civile a seguito dell’accordo siglato copn la regione Marche

513

Il presidente Gian Mario Spacca presente alla cerimonia Nell’ambito del protocollo d’intesa firmato, lo scorso anno, con la Regione Marche, la Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata ha donato altri 13 automezzi speciali al volontariato maceratese. La cerimonia si è svolta a San Severino Marche, con la partecipazione del presidente della Regione, Gian Mario Spacca. Complessivamente sono 91 i mezzi donati, per un valore di mercato di circa 4 milioni di euro Spacca ha espresso soddisfazione per la “collaborazione avviata tra istituzioni e privati che integra gli interventi e le strutture operanti sul territorio a beneficio della sicurezza della collettività. Le Marche sono una regione che, sul fronte della protezione civile, ha raggiunto elevati livelli di qualità anche grazie al ruolo dei volontari e alla loro meritoria attività che svolgono quotidianamente con spirito di sacrificio e dedizione. Il Governo regionale ha sempre riservato grande attenzione al volontariato, settore fondamentale della vita comunitaria che coinvolge ed esalta in particolare l’operatività degli enti locali”.
Il 12 settembre 2009, sempre a San Severino Marche, furono assegnati i primi 78 veicoli che la Fondazione Carima acquistò con l’obiettivo di rinnovare il parco macchine delle associazioni che sono attive nell’ambito della protezione civile, del pronto intervento sanitario, dell’assistenza agli anziani, ai giovani e ai diversamente abili.
Con la consegna di mezzi del 2010 si adempie l’accordo siglato, che prevedeva di realizzare iniziative di protezione civile sul territorio maceratese, con l'obiettivo di dare vita a forme di cooperazione a beneficio delle organizzazioni di volontariato e altri enti, al fine di assicurare interventi efficienti sia in caso di calamità che nelle attività di prevenzione. Un dato molto significativo è che 47 Comuni sui 57 del Maceratese hanno ricevuto uno o più mezzi di utilità collettiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here