Venezia vetrina mondiale della spumantistica italiana

518

Venezia sarà dal 15 al 17 ottobre prossimi lo straordinario palcoscenico della spumantistica italiana. Il Forum degli Spumanti d’Italia, già Mostra Nazionale dello spumante, nata e ospitata a Valdobbiadene per oltre 45 anni, si trasferirà infatti nella città lagunare, nella sede del Casinò veneziano, a Ca’ Vendramin Calergi, per dare ai suoi contenuti enologici una sede di eccellenza internazionale, come è ormai di eccellenza internazionale la posizione delle bollicine nazionali nel mercato mondiale. L’eccezionale “tre giorni” veneziana dagli spumanti italiani è stata presentata il 6 ottobre proprio nella sede del Casinò, dall’assessore all’agricoltura Franco Manzato, affiancato dal sindaco di Valdobbiadene Bernardino Zambon, dall’amministratore delegato del Casinò Vittorio Ravà, dall’assessore del Comune di Venezia Pier Francesco Ghetti, dal responsabile di Territorio di Unicredit per il Nord Est Claudio Aldo Rigo. “Venezia è una vetrina di assoluta bellezza e fama universale, la migliore per gli spumanti del nostro Paese. Spostarsi dalla zona storica della mostra e del Prosecco Conegliano – Valdobbiadene è stata una scelta non facile per gli attori di un’enologia eroica che sta conquistando i mercati dei cinque continenti e che ha dato lustro ad una spumantistica diversa da come la si era immaginata fino a pochi decenni fa. Ma è stata condivisa e darà certamente i suoi frutti. Il Veneto e Venezia sono una cornice naturale per prodotti così prestigiosi, dove un ruolo particolare riveste il Prosecco, con le due DOCG Conegliano – Valdobbiadene e Asolo, il vertice del Cartizze, la particolarità del Prosecco Treviso. Nel panorama delle bollicine nazionali, questa è una forza dirompente che oggi conta su oltre un milione 200 mila ettolitri di spumante e che continua a riscuotere in ogni angolo del mondo un successo crescente”. “Con grande senso di responsabilità l’amministrazione di Valdobbiadene – ha detto dal canto suo Bernardino Zambon – ha pensato ad un format nuovo che debutta quest’anno a Venezia. Le scelte future – ha annunciato Zambon – saranno affidate ad una Fondazione, che potrà meglio interpretare un ruolo all’altezza dei meriti e delle aspettative degli operatori”. “Unicredit è a fianco dei produttori italiani di spumanti – ha concluso Rigo – giustamente orgogliosi dell’alta qualità dei loro prodotti e della forte crescita di immagine e di vendite anche sui mercati internazionali. E’ un successo al quale siamo convinti di aver contribuito dando fiducia a migliaia di piccole e medie imprese familiari e di territorio, asse portante di questo segmento”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here