Settimana Unesco di educazione allo sviluppo sostenibile

589

Un ricco programma di eventi dall’8 al 14 novembre caratterizzerà nelle Marche la Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Mostre, convegni, tavole rotonde, laboratori didattici, escursioni, dimostrazioni di soluzioni pratiche, sono le iniziative che animeranno la settimana dedicata alla mobilità alternativa e sostenibile nelle cinque province della regione. La Settimana ESS giunge quest’anno alla sua sesta edizione e si inquadra nel Decennio di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014: la campagna mondiale proclamata dall’ONU e coordinata dall’UNESCO allo scopo di costruire società più eque ed armoniose, orientate al rispetto del prossimo, del pianeta e delle generazioni future.
Saranno circa 500 le iniziative diffuse su tutto il territorio nazionale, una quarantina nelle Marche. Gli appuntamenti, che hanno ottenuto da parte della Commissione Nazionale il prestigioso riconoscimento UNESCO, sono coordinati con il sistema INFEA regionale e sono per lo più promossi dai Centri di Educazione Ambientale e dalle scuole.
“Queste iniziative – dichiara l’assessore regionale all’Ambiente, Sandro Donati – sono realizzate grazie all’entusiasmo e all’attivismo di tutti quei soggetti: istituzioni, enti locali, scuole, associazioni, università, impegnati a diffondere a ogni livello la ‘cultura della sostenibilità’, intesa nel senso più ampio di istruzione, formazione, informazione, sensibilizzazione”.
Inquinamento, pianificazione urbana, cambiamenti climatici, veicoli ecologici, aree pedonali e ciclabili, trasporti intermodali, pedaggi urbani, democrazia partecipata, sicurezza, consumi e alimentazione a “chilometro zero”, salute, sono le tematiche affrontate dagli aderenti alla “Settimana” allo scopo di diffondere le competenze, le sensibilità, le conoscenze e le capacità necessarie per promuovere la cultura della mobilità sostenibile.
La Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il sostegno di Poste Italiane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here