Votofast: l’università di Trieste mette il voto on line

853

L’Ateneo triestino conferma di essere al passo con i tempi continuando l’opera di modernizzazione digitale dei processi amministrativi. Da oggi è possibile che il voto ottenuto alla fine di un esame venga registrato direttamente online, eliminando così la gestione cartacea dei registri d’esame. Il libretto universitario diventa elettronico, con la possibilità per gli studenti di vedere aggiornata in tempo reale la loro carriera accademica. Gli studenti possono collegarsi alla rete d’Ateneo per iscriversi agli esami, verificare gli esiti e stampare i certificati riguardanti la propria carriera universitaria con valore legale, senza doversi più recare fisicamente in segreteria. I docenti sono in grado di gestire tutte le fasi degli appelli direttamente online abbandonando in modo definitivo i vecchi registri cartacei. L’implementazione a pieno regime di questo sistema digitale consentirà all’Ateneo un risparmio stimato di 50.000 € all’anno, grazie allo snellimento delle procedure per la registrazione e l’archiviazione degli esiti degli appelli.

Il progetto si è svolto all’interno dell’iniziativa ICT 4 University promossa dal Dipartimento per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Tecnologica, con un finanziamento stanziato a favore dell’ISI, Divisione Infrastrutture e Servizi Informativi dell’Università di Trieste, che ha realizzato la piattaforma. La campagna di comunicazione relativa al voto digitale, che partirà a Gennaio 2011, si chiamerà “Votofast” e si rivolgerà agli studenti, ai docenti ed al personale tecnico- amministrativo dell’Università. Informazioni più dettagliate relative al progetto saranno disponibili su un sito web dedicato (www.units.it/votofast), dove gli studenti troveranno una guida all’uso, mentre ai docenti verrà fornito un supporto nell’utilizzo della nuova piattaforma.

“La conclusione del progetto – afferma il Prof Peroni, Rettore dell’Università degli Studi di Trieste – costituisce un traguardo che consente all’Ateneo un vero e proprio salto di qualità nei servizi offerti alla propria utenza, coniugando un impatto economico rilevante ad una semplificazione dei processi amministrativi”.

All’interno del progetto, inoltre, è stata anche realizzata l’estensione della rete wi-fi, che garantisce la copertura del segnale in tutte le sedi dell’Ateneo: aule, biblioteche, mense e tutti gli altri luoghi pubblici. Chiunque, all’interno del comprensorio, utilizzando la propria login e password, può connettersi ad internet senza cavo. Inoltre, il servizio wi-fi è stato attivato anche fuori dalle sedi universitarie, in alcuni esercizi pubblici del centro cittadino. L’estensione della connessione wi-fi va di pari passo con la partecipazione dell’Università al progetto Eduroam (Education Roaming), l’infrastruttura web usata dalla comunità internazionale di ricerca e istruzione.

“Nei prossimi mesi – annuncia il Rettore – andrà a regime la “Firma Digitale”, che semplificherà ulteriormente i processi interni e l’interazione di tutto il personale tecnico e amministrativo nello svolgimento del proprio lavoro, nonché le procedure di registrazione dei voti online. L’ISI gestirà i servizi di Registration Authority per il personale docente e tecnico amministrativo, consentendo all’Ateneo un ulteriore passo verso la modernizzazione e la semplificazione digitale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here