Progetto Marche Flexi:reti territoriali per l’occupazione

423

Interventi finalizzati ad attività di difesa dei livelli occupazionali e di sostegno al reddito delle fasce deboli, combinate con misure mirate a incentivare qualità e innovazione nello sviluppo. E’ quanto si propone il bando Marche Flexi che verrà presentato venerdì 28 gennaio alle 10.30 nella sala Verde di Palazzo Leopardi ad Ancona. Nel corso dell’incontro l’assessore al lavoro Marco Luchetti, il dirigente della Formazione professionale Mauro Terzoni, e la responsabile del procedimento Marisa Fabietti, spiegheranno le condizioni necessarie alla partecipazione all’avviso pubblico. Il progetto Marche Flexi fa riferimento al “Protocollo d’intesa per la difesa del lavoro, la coesione sociale ed il sostegno allo sviluppo” siglato tra il Presidente della Giunta Regionale e le Segreterie regionali CGIL, CISL e UIL con l’obiettivo di difendere l’occupazione e la coesione sociale e, contemporaneamente, di indicare alcune priorità per la fuoriuscita dalla crisi ed il sostegno allo sviluppo.

Tra le misure indicate nel Protocollo è prevista quella denominata “Progetto sperimentale reti territoriali per l’occupazione” relativa all’attivazione di una rete territoriale (mono o plurisettoriale) di imprese, che diano garanzie occupazionali nel tempo ad un gruppo di lavoratori. L’intervento vuole di individuare una modalità innovativa per favorire gli inserimenti lavorativi nell’ottica di politiche tese a conciliare stabilità per i lavoratori e flessibilità per le imprese. Il bando completo che scade il 3 marzo 2011 è disponibile all’indirizzo: http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it/Notizie/singolaBando.asp?IdNotizia=866&idArea=0

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here