Energie rinnovabili, nuova convenzione tra Regione, Legambiente e BCC marchigiane

676

Regione Marche, Legambiente e Bcc (Federazione Marchigiana) rinnovano la convenzione per il sostegno alle energie rinnovabili, firmata la prima volta nel 2006. Sono 18,9 i milioni di euro erogati in cinque anni per il finanziamento di progetti legali allo sviluppo sostenibile ed alla “green economy”. 524 progetti che, secondo dati riferiti da Legambiente Marche, avrebbero consentito un abbattimento di emissioni di Co2 pari a circa 6,5 milioni kg in cinque anni su tutto il territorio regionale. \”E\’ ora di tirare le somme – dice il presidente della Regione Gian Mario Spacca prima della firma del nuovo accordo – Abbiamo individuato nella green economy il settore strategico che ci consentirà di puntare su innovazione ed efficienza\”. “Cinque anni fa, questa convenzione era soltanto una scommessa – dice Bruno Fiorelli, presidente della Federazione Marchigiana delle Banche di Credito Cooperativo – I circa 19 milioni erogati sono relativi soltanto ai progetti legali alla convenzione, ma ve ne sono stati altri 40 per misure connesse alla green economy. In totale, in questi 5 anni, abbiamo erogato circa 100 milioni di euro: un risultato straordinario per una Regione come le Marche”.

La convenzione firmata ieri a Palazzo Raffaello prevede degli investimenti finanziari da parte delle Bcc per progetti legati alle energie rinnovabili, alla ristrutturazione di case “ecologiche” (abitazioni energeticamente efficienti), agli interventi per il risparmio idrico ed alla mobilità sostenibile.

A fare il punto di questi ultimi cinque anni ci pensa il presidente di Legambiente Marche, Luigino Quarchioni. “Più di 500 tra aziende e famiglie hanno beneficiato di questa convenzione. Ed il valore sociale ed ambientale emerge anche dalla collaborazione tra due mondi apparentemente così distanti: i giovani ambientalisti di Legambiente e l’universo del credito e dell’economia. La sfida più importante, adesso, è quella di generare cultura sostenibile grazie a questa rinnovata iniziativa”.

In rappresentanza dell’Unione delle Province Italiane interviene la presidente Patrizia Casagrande, che elogia “la svolta energetica marchigiana, il nostro corroborante ed il più grande stimolo per la crescita”. Secondo la presidente della Provincia di Ancona, infatti, “con questa convenzione sono cambiati gli stili di vita dei cittadini ed abbiamo creato nuove opportunità per l’economia e per l’occupazione. La nostra Provincia si fa nuovamente promotrice dell’abbandono di vecchie perplessità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here