Trasporti: Confartigianato Trasporti e la Cna Fita chiedono i controlli sulla committenza

370

Venerdì mattina i responsabili provinciali delle associazioni degli autotrasportatori, Fausto Bianchelli di CNA FITA e Gilberto Gasparoni di Confartigianato Trasporti, sono stati ricevuti dal Prefetto di Ancona Dott. Orrei. I rappresentanti dell’autotrasporto hanno esposto al Prefetto la situazione di grave difficoltà che sta attraversando il settore, ed il clima di esasperazione che si sta registrando. Gli autotrasportatori sono stretti tra un inesorabile aumento dei costi ( spesso di natura speculativa ) e tariffe ferme da anni, a cui vanno aggiunti i tempi di pagamento della committenza che possono arrivare a 120 giorni. Basti pensare che i soli costi del gasolio sono aumentati del 40% in due anni e che il Governo sta varando un ulteriore aumento delle accise sul carburante.

In tale situazione, aggravata da fenomeni di concorrenza sleale messa in atto da vettori stranieri o da imprese che non rispettano le regole poste a tutela della sicurezza stradale, si rischia la messa fuori mercato di decine di aziende, con la relativa perdita di posti di lavoro degli autotrasportatori artigiani e dei loro dipendenti. La Confartigianato Trasporti e la CNA FITA hanno chiesto al Prefetto di sollecitare l’avvio immediato dei controlli sulla committenza, previsti per legge, e di intensificare i controlli sui vettori stranieri che non si attengono alle regole.

CNA e Confartigianato hanno inoltre richiesto al Prefetto di rappresentare al Governo l’urgenza di dare effettivo seguito all’accordo raggiunto nella scorsa estate tra Governo, Associazioni dell’autotrasporto e rappresentanti della committenza, che a distanza di mesi non trova ancora concreta attuazione. L’accordo prevede una serie di misure normative quali il riconoscimento dei costi minimi, la regolamentazione dei tempi di carico e scarico, tempi di pagamento certi, corresponsabilità della committenza ed altre che sono finalizzate a garantire la legalità e la sicurezza nel mercato del trasporto merci ed a contrastare una deregulation selvaggia.

L’incontro è stato cordiale e costruttivo ed i rappresentanti della Associazioni ringraziano il Prefetto di Ancona per l’attenzione riservata e per l’impegno che lo stesso ha garantito nel riportare al Governo centrale le istanze espresse nell’incontro di oggi e nell’impegno di sollecitare alle forze dell’ordine i controlli anche sulla committenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here