Trasporti nei piccoli centri ad elevata affluenza turistica. Progetto della regione approvato e finanziato dall’UE

544

Il 24 e 25 maggio, nella città di Miskolc in Ungheria, l’assessorato ai Trasporti della Regione parteciperà con i suoi tecnici all\’incontro di avvio del progetto ATTAC (Attractive Urban Public Transport for Accessible Cities). Il progetto è stato approvato dalla Commissione Ue classifi-candosi ai primi posti tra i numerosi presentati a livello europeo. Il consorzio ATTAC (Autorità di trasporto pubblico locale o regionale, fornitori di servizi e reti che operano nell’ambito della mobilità urbana per un totale di 18 partner) si propone come o-biettivo specifico quello di introdurre servizi di trasporto pubblico sostenibile nelle proprie re-gioni, il che contribuirà significativamente ad aumentare l’uso del trasporto pubblico.

I project partner lavoreranno su tre campi tematici tra loro collegati per generare risultati con-creti e preparare investimenti:
1) soluzioni flessibili di Trasporto Pubblico
2) sistemi di bigliettazione elettronica
3) informazione intelligente ai passeggeri
Le soluzioni definite a livello congiunto in tutti i campi saranno testati come azioni pilota per esaminare l’applicabilità delle idee in vari ambiti locali, in base a cui dare credito a sforzi tran-snazionali fatti per risolvere sfide locali.
I risultati dei test di prova del progetto porteranno ad una selezione di strategie vincenti e di strumenti operativi tali da rendere le città/regioni SEE (South East Europe) nodi effettivi di ac-cessibilità transnazionale. L’implementazione di tali misure nei luoghi ATTAC (attraverso Piani di Trasporto Urbano Sostenibile) ridurrà la congestione e consentirà il libero flusso di traffico nei nodi di trasporto SEE, contribuendo all’obiettivo generale del progetto: la riduzione degli imbottigliamenti nei corridoi di trasporto europei.
Partner osservatori nazionali sono il Comune di Ancona e Federmobilità, l’associazione che riunisce le amministrazioni responsabili del governo della mobilità a livello regionale, provincia-le e comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here